Guido Guidi – Senza titolo

Guido Guidi – Senza titolo

Guidi Guido

Opera venduta

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 48x34
  • Anno: XX Secolo

  • Stato di conservazione: Ottimo
  • Codice prodotto: LBIA009

Visualizzazioni 151

DESCRIZIONE

Il soggetto del paesaggio urbano è già presente in epoca Medievale e Moderna, ma prevalentemente in maniera idealizzata. Le scene di vita cittadina diventano temi tipici con un’interpretazione più verosimile a partire dal XIX secolo. Ricordiamo come subito dopo le correnti realiste dell’Ottocento anche gli impressionisti diedero molta rilevanza al quotidiano, alla vita di tutti i giorni, con un certa predilezione, però, verso la frenesia della città, la folla, il traffico e ambientazioni tipicamente borghesi.

Lo stile di Guido Guidi parte, anch’esso, dalle premesse della Scuola Labronica, cioè di una pittura ispirata al post-impressionismo e al macchiaiolismo. Tuttavia Guido Guidi supera queste premesse, arrivando ad una sperimentazione più audace nel linguaggio pittorico. La sua stesura è a macchia, ma la esercita con tocchi diradati che semplificano le forme e riducono lo spazio ad una superficie bidimensionale. In questo modo Guidi esce dal campo della realtà fenomenica, avventurandosi nel territorio della sintesi espressionista. Un espressionismo fatto di larghi tocchi di colore che sintetizzano i soggetti con poche pennellate. Anche il colore subisce delle forzature antinaturalistiche, rivolte, piuttosto, a delineare situazioni emotive e spirituali.

Guido Guidi è stato un pittore livornese, nato nel 1901 e scomparso nel 1998. E’ stato uno dei più importanti esponenti del Gruppo Labronico. Ha partecipato alle più importanti mostre del collettivo: nel 1961 a Firenze alla Galleria Cancelli, nel 1963 a Roma alla Galleria Antares con una personale presentato da Sante Monachesi, nel 1965 a Grosseto, Lucca e al Palazzo dei Priori di Volterra. Tutta l’esistenza di Guido Guidi è stata segnata dalla perdita del figlio Luciano nel 1928, cosa che gli procurerà frequenti stati depressivi. Nel 1966 Guido Guidi ha avuto la consacrazione definitiva con una mostra antologica presso la casa della cultura di Livorno.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2018 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440