Aldo Affortunati – Pianista

Aldo Affortunati – Pianista

Affortunati Aldo

Il dipinto può essere definito una scena di genere, ovvero la rappresentazione di un episodio di vita quotidiana che, apparentemente, non ha alcun elemento significativo. Questo tipo di soggetti domestici furono a lungo considerati come minori e cominciarono a diffondersi, nell’arte occidentale, solo a partire dal XVII secolo. Solo con lo sviluppo delle correnti realistiche […]

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 18,5x32

  • Codice prodotto: SBAY002

Visualizzazioni 680

DESCRIZIONE

Il dipinto può essere definito una scena di genere, ovvero la rappresentazione di un episodio di vita quotidiana che, apparentemente, non ha alcun elemento significativo. Questo tipo di soggetti domestici furono a lungo considerati come minori e cominciarono a diffondersi, nell’arte occidentale, solo a partire dal XVII secolo. Solo con lo sviluppo delle correnti realistiche ottocentesche i soggetti della vita di tutti i giorni furono considerati della stessa importanza di quelli storici o religiosi. L’artista Aldo Affortunati è specializzato nella produzione di scene di genere liriche e sentimentali.

L’opera evidenzia una maturità postimpressionista dell’artista Aldo Affortunati. La composizione è tutta costruita per mezzo del colore e le pennellate hanno un notevole valore strutturale. Lo scopo del pittore non è quello di riportare il dato sensibile della scena, ma di carpirne l’essenza stessa, la sua sostanza. A questo fine interviene la pennellata, estremamente sintetica e dinamica, che movimenta lo spazio e quasi deforma le cose, nell’intento di registrare tutte le vibrazioni della luce e della vita sul soggetto. Cosi in una superficie sostanzialmente bidimensionale, schiacciata in primo piano, il soggetto viene costruito dal pittore per mezzo di linee frenetiche e sinuose, mente lo spazio è caratterizzato da veloci colpi di pennello, densi di colore.

Nato a Castelnuovo di Garfagnana l’11 agosto 1906, da padre fiorentino. Vive a Firenze. Iniziò i suoi successi con vivissimi paesaggi toscani, ottenuti secondo lo spirito e la tecnica dei macchiaioli, ma presto superò quel primo stadio con ricerche di luce e di movimento. La macchia gli sembrò troppo statica e ferma, quindi si pose, come dice lui, a “sfrangiarla”, perchè desse più vibrazioni. Poi abbandonò il pennello per impugnare il mestichino (piccola spatola) con cui, gettando i colori a massa sulla tela, senza distenderli, ottenne risplendenze maggiori. Notevoli sono i suoi quadri a dimensioni anche estese e densi di figure in moto, disegnati con vigore starordinario e ravvivati da tinte vivide con intensa luce nei riflessi dei velluti e delle sete. I suoi lavori figurano in raccolte degli Stati Uniti, del Brasile, della Svizzera, Francia, Germania Belgio, ecc. In una sua mostra a New York ha recentemente ottenuto un vivo successo.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447