Alessandra Bisi – Pesce

Alessandra Bisi – Pesce

Bisi Alessandra

  • Tecnica: Smalto su tela
  • Dimensione: 50x70
  • Anno: 2015

  • Certificato: Autenticità
  • Codice prodotto: ABIS001

Visualizzazioni 419

DESCRIZIONE

 

VISITA IL SITO DELL’ARTISTA

www.alessandrabisi.com

Alessandra Bisi nasce a Milano nel 1965, frequenta il Liceo Artistico Hayech e successivamente si diploma in pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera.In seguito partecipa ad un corso biennale di design presso l’Istituto di Arti e Scienze della Comunicazione (Milano).Dopo gli studi l’artista compie numerosi viaggi prevalentemente in Africa del nord e centrale ma anche in centro e sud America e in Indonesia.

Partecipa a numerose Mostre e Rassegne sia in Italia che all’estero, tra le più importanti:

1995 Rabat Marocco al Palazzo del Re HassanII; 1997 Milano personale presso il Cinema Anteo trattando con la pittura il tema del linguaggio cinematografico; 1998 Personale alla Galleria Meridiana di Piacenza; 2000 Personale Galleria Pestalozzi a Milano; 2002 Personale Studio 2 Venezia;2003 Personale alla Limonaia Villa Rusconi Castano Primo; 2005 Personale Spazio Groff&C.Fondazione Manfredi a Milano; 2005 Personale presso la sede del Liceo Artistico di Milano in cui da vita ad un laboratorio; 2007 Personale Biblioteca Farnese di Piacenza; 2009 Personale’Reale Irreale’Spazio Pestalozzi Milano; 2011 ‘De Rerum Natura’Ciclo esposto in personale Spazio della Fondazione Manfredi Milano; 2015 Personale ‘Astratto/Concreto Galleria Transvisionismo Castell’Arquato (PC)

COLLETTIVE E ALTRO

1999 Yuvenal Center NY(USA); 2001 Galleria Kaas Insbruck (Austria); 2002 Chiesa S.Zenone a Venezia; 2002 Altofonte in Sicilia ‘Arti e Mestieri nella Conca d’Oro”; 2003 Umanitaria Milano-Arte da Mangiare all’ Ufficio del Turismo di Milano. Alessandra Bisi ha esposto nelle importanti Fiere Internazionali. Le sue opere sono state battute in varie Aste fra cui si ricorda nel 2005 quella di Parigi.

Nel 2014 dona all’Istituto dei tumori di Via Venezia a Milano un’opera plurima composta da diversi pannelli che viene installata in permanenza all’ interno del bunker di radioterapia.Questa opera aderisce e concretizza il progetto di rendere colorati e artistici gli spazi ospedalieri al fine di alleviare la sensazione di trovarsi in un luogo di sofferenza.La sua produzione di ricerca spazia attraverso varie tecniche e modalità di espressione.I suoi dipinti astratti hanno trovato collocazione presso collezioni private. Fra i collezionisti Renato Zero  e Lucio Dalla.

L’interesse di Alessandra Bisi per il Design e anche per la applicazione della sua arte nell’architettura di interni, ha trovato soddisfazione nella realizzazione su commissione di arte per vari ambienti come l’arte per la catena di ristoranti Rubio’s in California.Vari collezionisti hanno richiesto la creazione di dipinti studiati ed eseguiti per i propri spazi. Alessandra Bisi è anche quest’anno pubblicata sul Catalogo di Arte Moderna Mondadori e fà parte degli artisti del Museo della Permanente a Milano.

Nel 2016 l’artista espone in una personale alla Sala Consigliare del Comune di Cernusco sul Naviglio.Espone negli spazi milanesi di Executive Service con una altra personale e si reca ancora a Cracovia per una collettiva di tre artisti presso la Galleria Florianska.

Compongo le mie opere come se dovessi ricreare le immagini di una realtà nuova…una realtà che non ha riscontri in alcuna rappresentazione.Quando affronto il mio lavoro, per prima cosa faccio precise scelte di supporto e di spazio in cui darò origine alla mia composizione. La ricerca consiste nel  trovare lo spazio ideale che in una superficie dovrebbe occupare un colore e su che tipo di valenza visiva esso assume in contrasto o in accostamento ad un altro.

La forma di queste campiture all’interno della superficie deve essere secondo me contemporaneamente importante quanto i rapporti spaziali e cromatici. Si tratta di un obiettivo necessario perché la composizione divenga una specie di suono autonomo e percepibile come un tutt’uno.

In natura tutti gli elementi sono geometrie e ritengo che anche i segni che da secoli traccia l’ uomo e l’ artista siano istintive manifestazioni che hanno una fisica struttura vagamente o precisamente geometrica.La pittura astratta, penso che per poter essere debba contenere una qualsiasi struttura data da forma e colore, per poter divenire una combinazione dalle possibilità infinite.

Il linguaggio pittorico nei secoli ha dato origine a capolavori sia figurativi che astratti rimanendo se stesso con tutta la sua potenza e il suo fascino di tutti i tempi.

Realizzo le mie opere in completa libertà di scelta nelle tecniche e nei materiali.

Mi interessa molto anche la superficie dei materiali o dei colori che uso perché mediante questi posso ancora scegliere( premeditando) che timbro avranno i miei colori.

Spesso le mie opere hanno titoli che contengono spunti di realtà o visioni un po’ romantiche.

Ci tengo ad esprimere che i miei titoli accadono ad opera “finita”. Queste parole talvolta poetiche o narrative mi vengono in mente solo per la percezione visiva finale che l’opera secondo me assume.

Come artista perseguo costantemente in ogni serie di lavori che creo, la efficacia. Efficacia dell’autonomia di una pittura astratta ed efficacia del mio messaggio in un lavoro concettuale. Per cogliere questo obiettivo principale in tutta la mia produzione mi servo anche della figurazione o di altri mezzi come il video“.

 


 

 

RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2019 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440