Alfio Presotto – Maternitá

Alfio Presotto – Maternitá

Presotto Alfio

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 50x70

  • Certificato: Certificato sul retro
  • Codice prodotto: ACOS001

Visualizzazioni 142

DESCRIZIONE

L’iconografia della maternità si ricollega al soggetto della Madonna col Bambino. Probabilmente è una delle iconografie più popolari in tutta la storia dell’arte sia occidentale che orientale. La Madonna col Bambino compare fin dagli albori della pittura medievale e rimane un soggetto costante finché i temi religiosi sono stati prevalenti nella produzione artistica (ovvero fino al XIX secolo quando cominciarono ad essere introdotte tematiche ispirate al vivere quotidiano). Questa Maternità di Presotto si divide tra il realismo domestico del soggetto e il contesto surreale e onirico che connota l’impostazione generale dell’opera.

Lo stile di Alfio Presotto, nella maggior parte della sua produzione, tende all’Iperrealismo. Si nota, infatti, una volontà del pittore di riportare sulla tela oggettivamente, con fredda lucidità, i dati sensibili che ha di fronte agli occhi. L’artista inoltre mostra di possedere una buona tecnica, che ricorda la pittura fiamminga, nella precisione con cui riproduce i vari materiali e gli effetti della luce incidente su di essi. Tuttavia non rifugge anche da alcuni effetti di pittoricismo che sfumano morbidamente gli oggetti dell’opera. Anche in questa Maternità possiamo rilevare come il dato fisionomico dei soggetti sia stato riportato con straordinaria fedeltà da Presotto in un’evidente esaltazione plastica. I soggetti sono avvolti dalle pieghe del lenzuolo che creano uno spazio concreto e misurabile. Il tutto viene inserito nella cornice visionaria di grande pregnanza simbolica, nella cui rappresentazione Presotto scioglie la sua perfezione formale in un’effervescente policromia di tonalità sfumate.

Alfio Presotto è un pittore veneto nato nel 1940. Si è formato all’Accademia di Belle Arti di Firenze e, nel 1960, ha aderito al gruppo Realismo di Milano. Ha esposto i suoi dipinti in numerose mostre e rassegne in tutta Italia e non solo. Nel 1969 l’esposizione U.S.A.L.B.A. a Milano, la mostra al Salotto Rossini di Pesaro nel 1970 e la partecipazione al Salon Art Libre di Parigi nel 1974. Nel 1975 espone all’Art Gallery di S.Francisco e dal 1989-1992 a Bergamo. Nel 2001-2002 è presente all’Expoart di Montichiari e a Contemporanea Arte Forlì. Nel 2000-2002 espone alla Galleria D’Ambrosio di Brescia, nel 2002 partecipa alla mostra “Il corpo e lo sguardo“ al Palazzo Ducale di Revere, Mantova. Le opere di Alfio Presotto sono conservate in collezioni sia pubbliche che private anche all’estero.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440