Alfredo Scocchera – Cortile

Alfredo Scocchera – Cortile

Scocchera Alfredo

  • Tecnica: Olio su tavola
  • Dimensione: 45x35

  • Codice prodotto: ETER001

Visualizzazioni 335

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata una delle maggiori aspirazioni per gli artisti di ogni epoca. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo.

L’artista Alfredo Scocchera è un eccellente rappresentate di una maniera pittorica dall’ampio respiro classico. Lo scopo del suo fare artistico è quello di una totale resa naturalistica ed una registrazione fedele e veritiera dei dati sensibili. Ed egli è capace di ottenere questi risultati nella rappresentazione grazie alla sua straordinaria tecnica pittorica, tramite la quale sa riprodurre ogni singolo dettaglio del soggetto. Ma non è solo questo a fare di Scocchera un grande pittore: fondamentale è anche la leggerezza del suo tocco, attraverso il quale sfuma leggermente gli oggetti fondendoli in maniera naturale nello spazio. Il naturalismo impeccabile di Scocchera tuttavia non impedisce a questo artista di avere dei guizzi di pittoricismo che rendono più viva e meno statica la rappresentazione. La produzione paesaggistica di Alfredo Scocchera, infatti, si distingue per una delicata fusione tra naturalismo e senso lirico nella rappresentazione della realtà per cui, partendo da una registrazione fedele dei dati sensibili, egli usa un linguaggio tendenzialmente impressionista che gli permette di registrare, sulla tela, ogni singolo riverbero. Il suo tratteggio, fatto di brevi pennellate fitte, è dunque finalizzato alla rappresentazione immediata di una perfetta ed unica condizione di luce e di atmosfera. Il tutto si inserisce nel quadro di un armonico naturalismo, dove il paesaggio è assoluto protagonista del dipinto, in un tipo di composizione di alto valore lirico.

Alfredo Scocchera è nato a Baselice nel 1887 ed è scomparso a Milano nel 1954. Frequenta l’Accademia di Perugia diplomandosi nel 1907; segue poi i corsi della Scuola di Arti Decorative e Industriali di Firenze. Nel 1921 si trasferisce a Milano. Scocchera ha dedicato la sua carriera pittorica sopratutto alla pittura di paesaggio, prima ritraendo le campagne del meridione, poi i navigli di Milano e i panorami del varesino. La sua opera è protagonista di importanti esposizioni personali (Galleria Micheli, 1928 e 1932; Galleria Bolzani, 1945; Galleria Ranzini, 1952) e esegue lavori di decorazione all’interno del Cimitero Monumentale.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447