Aligi Sassu – Nel campo

Aligi Sassu – Nel campo

Sassu Aligi

Il dipinto può essere definito una scena di genere, ovvero la rappresentazione di un episodio di vita quotidiana che, apparentemente, non ha alcun elemento significativo. Questo tipo di soggetti domestici furono a lungo considerati come minori e cominciarono a diffondersi, nell’arte occidentale, solo a partire dal XVII secolo. Solo con lo sviluppo delle correnti realistiche […]

  • Tecnica: Gouache su carta
  • Dimensione: 45x64
  • Anno: 1976

  • Certificato: Certificato Rizzoli Finarte
  • Codice prodotto: RBET001

Visualizzazioni 606

DESCRIZIONE

Il dipinto può essere definito una scena di genere, ovvero la rappresentazione di un episodio di vita quotidiana che, apparentemente, non ha alcun elemento significativo. Questo tipo di soggetti domestici furono a lungo considerati come minori e cominciarono a diffondersi, nell’arte occidentale, solo a partire dal XVII secolo. Solo con lo sviluppo delle correnti realistiche ottocentesche i soggetti della vita di tutti i giorni furono considerati della stessa importanza di quelli storici o religiosi. In questa opera l’artista Aligi Sassu abbandona le sue iconografie tendenzialmente simboliste e mitologiche dove è preminente il tema del cavallo per dedicarsi ad una scena realistica di gustoso carattere popolare.

Lo schietto realismo che l’artista Aligi Sassu propone nella scelta del soggetto trova un preciso corrispettivo anche nella modalità di esecuzione che, soprattutto con l’utilizzo della tecnica a gouache, assume un preciso carattere di freschezza e spontaneità esecutiva. In questo va grande merito alla bravura dell’artista che, nonostante la materia del colore sia diluita, riesce a costruire la rappresentazione con una pennellata veloce e sintetica, mantenendo chiarezza narrativa e concretezza delle forme. Anche in questo soggetto di carattere popolare, tuttavia, rimane immutato il grande dinamismo della stesura pittorica di Aligi Sassu, tutta la composizione infatti risulta mossa ed estremamente vibrante. Anche la scelta sui colori assume delle connotazioni decisamente espressioniste, con il forte contrasto proposto dal viola prevalente nei personaggi e il giallo pieno di luce della vegetazione.

Aligi Sassu, nato a Milano nel 1912 e scomparso nel 2000, è stato un pittore ed uno scultore. Nel campo della pittura i suoi sforzi furono rivolti soprattutto alla rappresentazione del movimento e della forza fisica, per questo il soggetto dell’uomo a cavallo fu a lui sempre congeniale. Alla fine degli anni ’70 stipulò insieme a Bruno Munari il manifesto pittorico “Dinamismo e riforma muscolare”, nel quale si programmava un ritorno a forme anti-naturalistiche in senso dinamico. Buona parte della sua pittura, inoltre, è ispirata a Delacroix e alle sue battaglie.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447