Arman – Ukulele

Arman – Ukulele

Fernandez Arman

  • Tecnica: Assemblaggio e mista su tela
  • Dimensione: 81x60
  • Anno: 2003

  • Certificato: In allegato certificazione della galleria Dante Vecchiato (Archivio per le opere di Arman in Italia).
  • Stato di conservazione: Ottimo
  • Codice prodotto: LMON005

Visualizzazioni 642

DESCRIZIONE

Durante gli anni ’50 e ’60 del XX secolo si cominciarono a diffondere, nell’arte europea ed americana, le cosiddette poetiche dell’oggetto. Ricollegandosi al ready-made di dadaista memoria ci fu una nuova ondata di gruppi o movimenti che riproposero oggetti di uso quotidiano come opere d’arte. La distanza dal Dada tradizionale consistette nella grande influenza esercitata dall’Espressionismo Astratto che portò a riconfigurare gli oggetti con nuovi linguaggi e nuovi stimoli

L’opera fa parte di una famosa serie realizzata da Arman che vede gli strumenti musicali come protagonisti, tale serie è il risultato delle riflessioni dell’artista su un nuovo linguaggio basato sull’interpolazione di oggetti e fare artistico. L’oggetto, prodotto compiuto, appartenente alla realtà tangibile, entra nell’opera d’arte, mentre reciprocamente l’opera, tramite l’oggetto, invade lo spazio reale dell’osservatore. Oltre a recuperare il concetto di ready-made c’è anche una connessione con i collage della fase sintetica del Cubismo, nel momento in cui l’oggetto si apre, perde la sua compiutezza squadernandosi sulla tela. Tela che, a sua volta, aggiunge un’altra componente fondamentale, un pittoricismo legato alla gestualità dell’Espressionismo Astratto, che connota l’oggetto di nuovi significati e nuovi stimoli percettivi.

Esponente di spicco del Nouveau Rèalisme Arman Fernandez (1928-2005) durante la sua carriera artistica ha passato in rassegna praticamente tutte le fasi delle poetiche dell’oggetto. La pratica artistica specifica di Arman consiste nell’appropriarsi degli scarti della società, degli oggetti di uso quotidiano e riconfigurarli con un nuovo significato attraverso un’azione drammatica, violenta che è sia gestuale che pittorica. L’oggetto viene smembrato, spezzato o bruciato per esemplificare il carattere autodistruttivo della società dei consumi. La drammaticità viene poi aumentata, poeticamente, dall’intervento pittorico, che va a confermare e accentuare la violenza del gesto e riconfigurare l’oggetto con un nuovo linguaggio.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440