Armando de Stefano – Senza titolo

Armando de Stefano – Senza titolo

De Stefano Armando

  • Tecnica: Olio su tavola
  • Dimensione: 35x50
  • Anno: XX Secolo

  • Stato di conservazione: Ottimo
  • Codice prodotto: GSOR003

Visualizzazioni 598

DESCRIZIONE

Il ritratto è una delle più diffuse espressioni artistiche nell’ambito soprattutto della pittura, ma anche della scultura, in tutte le epoche. Il ritratto è, in primo luogo, una descrizione del soggetto rappresentato, un tentativo di riportare in modo veritiero e naturale la sua fisionomia e le sue caratteristiche individuali. Con l’evolversi progressivo della ricerca artistica alla descrizione fisionomica del soggetto si è affiancata anche quella psicologica. Pertanto il ritratto, nei secoli, è diventato anche un mezzo d’indagine introspettiva sul soggetto, sul suo carattere e il suo stato d’animo. Sono intervenuti, a favore di questo tipo d’indagine, i processi di astrazione portati dall’arte contemporanea.

A partire dagli anni ’60 l’opera del pittore napoletano Armando De Stefano si identifica in una sorta di citazionismo colto e raffinato. Nello specifico il pittore trae ispirazione dalla grande ritrattistica cinquecentesca, rielaborandola con la sua propria sensibilità artistica. Il pittore mette in atto una vera e propria operazione filologica nel riproporre sui propri dipinti le modalità pittoriche del XVI secolo. I soggetti sono posizionati sempre di 3/4, impegnati in libere torsioni riconducibili alle ricerche sul movimento dei corpi nello spazio che conducevano gli artisti del Rinascimento italiano. La ricerca filologica di De Stefano continua nel riproporre gli abiti tipici dell’epoca e riprodurre, tramite la sua tecnica pittorica, i materiali e le stoffe, nonchè l’effetto della luce incidente su di essi.

Armando De Stefano è nato a Napoli nel 1926. Agli inizi della sua carriera ha dato vita, insieme ad altri colleghi napoletani, al “Gruppo Sud” aderendo ad una pittura tendenzialmente realistico-sociale. Negli anni ’50, invece la sua ricerca pittorica si è focalizzata su di un espressionismo astratto e materico. A partire dagli anni ’60 De Stefano è tornato alla pittura figurativa, dedicandosi ai grandi cicli ispirati alla pittura del passato, come l’Inquisizione, Masaniello e la Rivoluzione Napoletana. Ha partecipato più volte alla Biennale di Venezia ed alla Quadriennale di Roma, ed è stato protagonista di moltissime esposizioni tra cui quella al museo MADRE ed al Palazzo delle Arti a Napoli.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447