L. Longo – Senza titolo

L. Longo – Senza titolo

Longo

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 50x60

  • Codice prodotto: RPAN001

Visualizzazioni 182

DESCRIZIONE

Il ritratto è una delle più diffuse espressioni artistiche nell’ambito soprattutto della pittura, ma anche della scultura, in tutte le epoche. Il ritratto è, in primo luogo, una descrizione del soggetto rappresentato, un tentativo di riportare in modo veritiero e naturale la sua fisionomia e le sue caratteristiche individuali. Con l’evolversi progressivo della ricerca artistica alla descrizione fisionomica del soggetto si è affiancata anche quella psicologica. Pertanto il ritratto, nei secoli, è diventato anche un mezzo d’indagine introspettiva sul soggetto, sul suo carattere e il suo stato d’animo. Sono intervenuti, a favore di questo tipo d’indagine, i processi di astrazione portati dall’arte contemporanea. Nel caso di questa opera ci troviamo di fronte ad un tipo di ritratto che persegue un assoluto realismo, ispirato ai soggetti popolari tipici dell’arte fiamminga.

Il dipinto è un oggetto di elevata fattura in cui l’artista esecutore mostra di possedere una notevole tecnica che lo rende capace di ottenere una totale resa naturalistica del soggetto e una dettagliata precisione fisionomica. L’artista è totalmente fedele ad una resa oggettiva del ritratto del quale riporta con accuratezza ogni dettaglio, del volto così come del vestiario. Anzi si può affermare che la sua interpretazione sia decisamente realista. Ciò va inteso nel senso che, da parte dell’autore dell’opera, non vi è alcun intento di idealizzazione. Il volto e il contegno dell’uomo vengono descritti così come sono con i suoi tratti somatici e in una posa del tutto casuale. L’artista non ha paura della verità della rappresentazione, anche nei suoi lati più sgradevoli, di un personaggio popolare. È un tipo di concezione pittorica che persegue un realismo assoluto, senza compromessi, che risale senza dubbio al Caravaggio ma che venne filtrata, nel corso del XVII secolo, dai pittori caravaggisti come Jusepe De Ribera. Ma, in generale, tutta la produzione ritrattistica di area fiamminga si è distinta per la predilezione verso questi tipi di soggetti, ed è a questa area culturale che il nostro artista sembra rifarsi, nel momento in cui i temi popolari ripresero vigore tra XIX e XX secolo. Il colore si attesta su tonalità calde e brune, mentre la stesura, dinamica, concede grande freschezza di esecuzione.

L’abbigliamento, la capigliatura, ma soprattutto il contegno di questo ritratto, in cui il soggetto appare in maniera ordinaria, senza nessuna volontà di idealizzazione, indicano come Longo, autore di questo dipinto, sia un eccellente esponente della ritrattistica realista tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447