Bruno Cassinari – Cavallo

Bruno Cassinari – Cavallo

Cassinari Bruno

Bassorilievo in lamina d’argento placcato in oro 24K

  • Tecnica: Bassorilievo
  • Dimensione: 33x26
  • Anno: 1982

  • Tiratura: 272/499
  • Codice prodotto: FBAL001

Visualizzazioni 157

DESCRIZIONE

Bassorilievo in lamina d’argento placcato in oro 24K

Le rappresentazioni di animali nell’arte hanno origini antichissime, tanto da comparire anche sulle pitture rupestri di epoca primitiva. Per questioni di culto vari tipi di animali compaiono nelle testimonianze di diverse civiltà di epoca antica. E’ soprattutto nel medioevo, nell’ambito del Gotico Internazionale, che le raffigurazione di animali si diffondono come veri e propri ritratti dal vero, sia all’interno di opere o nei quaderni di disegni e bozzetti. La presenza degli animali come soggetti nell’arte rimarrà costante fino all’epoca contemporanea. In questo bassorilievo Bruno Cassinari focalizza la sua ricerca sulla figura del cavallo. Animale nobile, simbolo di bellezza ed armonia il cavallo e stato più volte un soggetto protagonista nella storia dell’arte. A partire dal Trecento la sua presenza e sempre stata d’obbligo nelle scene di battaglia o nei monumenti equestri e, per gli artisti, è sempre stata una sfida quella di rappresentarlo con precisione anatomica e resa naturalistica.

In questo bassorilievo tramite la figura del cavallo Bruno Cassinari può sperimentare le sue tipiche deformazioni della materia in senso espressionistico. La figura del cavallo viene resa con un’esaltazione dei suoi valori plastici, ma questi stessi sono sviluppati in una forma che supera il dato naturalistico per attenersi, piuttosto, a leggi di ritmo ed armonia compositiva. Per questo la figura dell’animale viene sottoposta a degli allungamenti e a dei rigonfiamenti che fanno assumere alla sua massa corporea un movimento sinuoso e curvilineo estremamente elegante e dinamico. Anche nella trattazione della materia l’artista si distingue per un atteggiamento composito, nel dialogo tra la levigatezza dei volumi e le vibrazioni emesse dalla criniera e dalla stessa interazione del corpo dell’animale con lo spazio.

Bruno Cassinari, Piacenza 1912 – Milano 1992. Si è formato dapprima alla Scuola d’Arte di Piacenza e, in seguito, all’Accademia di Belle Arti di Brera. Nel 1939 entra a far parte del gruppo Corrente insieme a Guttuso, Migneco, Vedova, Birolli, Treccani e Morlotti e nel 1941 Elio Vittorini ne riconosce il talento e cura la sua prima mostra personale. Tutto il suo lavoro è caratterizzato da una sintesi espressionista unita ad una riflessione sulle destrutturazioni cubiste. Nel 1949 si trasferisce ad Antibes, dove conosce Pablo Picasso Chagalle, Matisse e Braque.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2021 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440