Bruno Tintori – Bassa Versilia

Bruno Tintori – Bassa Versilia

  • Tecnica: Tecnica mista
  • Dimensione: 10x15

  • Codice prodotto: EDYU003

Visualizzazioni 343

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio, in ogni epoca, è stata una costante aspirazione per i pittori. Ciascun periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica, nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo. Nel caso specifico i soggetti scelti da Tintori sono piccoli borghi marinari o di campagna, fatti di case minuscole abitate da gente umile. È un tipo di veduta che, per un pittore livornese come Bruno Tintori, si ricollega ad una forte tradizione paesaggistica della pittura in Toscana. Una tradizione perennemente alla ricerca di un lirismo nelle immagini della vita semplice e della quotidianità attraverso una rappresentazione di tipo post-impressionista del paesaggio contadino o marinaro. Tale tradizione ha le sue radici, ovviamente, nel gruppo dei macchiaioli, nella seconda metà del XIX secolo, ma troverà continuazione e linfa vitale nei pittori che nei primi decenni del Novecento operarono nella zona di Livorno e della Versilia dando vita al cosiddetto Gruppo Labronico. La poetica di Tintori si ricollega a questa tradizione sviluppandone i temi con il proprio stile personale.

L’artista Bruno Tintori ha sviluppato, nella sua produzione pittorica, un registro stilistico coerente e riconoscibilissimo, fondato su un’accentuata sintesi dei soggetti in delicate superfici policrome. Il quadro in oggetto rappresenta un esempio tipico della pittura di paesaggio realizzata da Bruno Tintori. Il piccolo gruppo di case del borgo è trasformato dall’artista in una squisita armonia di colori. Per arrivare a questo risultato egli, innanzitutto, svuota gli oggetti della loro materia, appiattendoli sulla superficie. La rappresentazione delle case, tuttavia, non perde di vitalità, perché essa viene condotta con uno spesso tratto nero, molto mosso che connota gli oggetti di vibrazioni esistenziali. Le campiture che vengono a crearsi, così, diventano lo spazio in cui il pittore può sviluppare le sue leggere velature di colore che sfumano nella luce dipingendo le pareti della case in pallide tonalità pesca, rosa e azzurro.

Bruno Tintori è stato un pittore livornese, nato nel 1917 e scomparso nel 1991. Ha lavorato soprattutto a Lido di Camaiore. La sua formazione è avvenuta dapprima a Bologna e, in seguito, a Milano dove è stato allievo del maestro Gaddi. Nella definizione del suo stile, oltre che lo studio della tradizione paesaggistica labronica, è stata fondamentale un’esperienza in Spagna, a Granada, dove, ispirato dai colori dell’Alhambra, ha elaborato le sue tipiche tessiture policrome nella tecnica definita ispano-moresca. Pittore molto noto, ha esposto le sue opere in moltissime mostre nazionali. In carriera fu conosciuto come “Il pittore degli artisti” e venne insignito di vari premi e riconoscimenti a livello nazionale.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447