Cesare Peruzzi – Profilo di bimba

Cesare Peruzzi – Profilo di bimba

Peruzzi Cesare

  • Tecnica: Olio su tavola
  • Dimensione: 55x44

  • Codice prodotto: MCOM002

Visualizzazioni 129

DESCRIZIONE

Il ritratto è una delle più diffuse espressioni artistiche nell’ambito soprattutto della pittura, ma anche della scultura, in tutte le epoche. Il ritratto è, in primo luogo, una descrizione del soggetto rappresentato, un tentativo di riportare in modo veritiero e naturale la sua fisionomia e le sue caratteristiche individuali. Con l’evolversi progressivo della ricerca artistica alla descrizione fisionomica del soggetto si è affiancata anche quella psicologica. Pertanto il ritratto, nei secoli, è diventato anche un mezzo d’indagine introspettiva sul soggetto, sul suo carattere e il suo stato d’animo. Sono intervenuti, a favore di questo tipo d’indagine, i processi di astrazione portati dall’arte contemporanea.

L’opera in oggetto è un bellissimo esempio di produzione meno formale di Cesare Peruzzi. In questo ambito vanno annoverati i ritratti e le scene di genere nelle quali l’artista scioglie l’esecuzione in una composizione meno rigorosa. È infatti il colore ad assumere, decisamente, un ruolo da protagonista: distribuito in pennellate rapide e concise garantisce una maggiore freschezza ed immediatezza all’esecuzione. Nonostante ciò il gusto di Cesare Peruzzi per la forma non manca neanche in questa opera. L’esaltazione dei volumi, quasi geometrica, è evidente nelle forme piene del viso e del cappello, nonché nella massa del busto.

Cesare Peruzzi è stato un pittore originario di Montelupone, nato nel 1894 e scomparso a Recanati nel 1995. Si forma principalmente a Roma dove esordisce nel 1915 nella mostra della “Secessione” esponendo insieme a Degas, Cezanne, Renoir, Guidi e Casorati. Si perfeziona nella rappresentazione del nudo studiando anche all’Academie de France. A partire dal 1923 si specializza nella tecnica ad acquerello, avviando una delicata ed intima produzione di scene di genere e ritratti. Ebbe diverse commissioni anche di arte sacra, come la cappella dedicata a San Giacomo della Marca realizzata a Monteprandone nel 1926, il ciclo di “Sette episodi della vita di San Francesco Saverio”nel 1932 e scene della vita di Santa Teresa nel 1933 per la Basilica di Loreto. Nel 1955 partecipò alla VII Quadriennale di Roma.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2021 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440