Chicco Ferrari – Sardegna

Chicco Ferrari – Sardegna

Ferrari Chicco

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 40x50

  • Codice prodotto: MVOT002

Visualizzazioni 397

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata una delle maggiori aspirazioni per gli artisti di ogni epoca. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo. Nella produzione artistica dell’artista Chicco Ferrari il paesaggio è spesso protagonista, come spunto e soggetto di ricerca per sviluppare un linguaggio in bilico tra espressionismo e surrealismo.

Le opere di Chicco Ferrari presentano un paesaggismo che si nutre di suggestioni sia di tipo espressionista che surrealista. La realtà, infatti, viene interpretata in modo estremamente sintetico, con un esercizio di riduzione dei dati sensibili molto accentuato. Le pennellate delineano le forme in maniera molto concitata ed, entrando ancora di più nello specifico, possiamo constatare come Chicco Ferrari descriva la vegetazione con una serie di segni pittorici quasi gestuali. Ricorre spesso una definizione molto plastica degli oggetti tanto che, in alcuni casi, essi assumono dei volumi squadrati in uno spazio complesso. Tutto ciò conduce alla definizione di scenari naturalistici immaginari, provenienti direttamente dalla percezione dell’artista, che superano la realtà per entrare in una dimensione surreale. Contribuisce ad ottenere questo risultato l’interpretazione totalmente soggettiva del colore, la cui stesura densa si risolve in un impasto corposo e dinamico di tonalità dominanti calde o fluorescenti.

Nato nel 1933 alle Moline di Bedonia, Giovanni Ferrari, a causa del suo aspetto mingherlino, verrà presto comunemente chiamato “Chicco”. Trasferitosi a Milano, frequenta l’ambiente artistico di Brera come agente di vendita di quadri, ma presto inizia a riprodurne alcuni. Inizia il periodo delle tante mostre, allestite in Italia, Francia, Svizzera e Germania. Anche da noi è subito apprezzato, ed il promotore turistico Camillo Delmaestro lo qualifica come “Pittore del Taro”.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447