Concetto Pozzati – Cinque petali bianchi

Concetto Pozzati – Cinque petali bianchi

Pozzati Concetto

  • Tecnica: Serigrafia
  • Dimensione: 56x76

  • Codice prodotto: ACAN001

Visualizzazioni 157

DESCRIZIONE

I fiori come soggetto a sè cominciano a comparire all’interno delle “nature morte”, genere che vede la luce agli inizi del XVII secolo. In seguito l’attenzione dei pittori per il mondo floreale, soprattutto con gli impressionisti, si fa sempre maggiore, in quanto occasione straordinaria per catturare vibrazioni cromatiche e luminose. Così i fiori cominciano a comparire non solo nei vasi, ma anche immersi nel loro paesaggio naturale. Se all’inizio della sua storia era un pretesto per i pittori per cimentarsi in una riproduzione fotografica della realtà, con l’arte contemporanea il soggetto dei fiori diventa anche un modo di interpretare la realtà.

L’arte di Concetto Pozzati si può definire un surrealismo dettato, però, da una fredda razionalità compositiva. Anche in questo vaso di fiori, per esempio, possiamo vedere come il soggetto sia sintetizzato tramite un nitido gioco di linee pure su un piano bidimensionale. Il risultato è un’opera grafica di estrema eleganza. Nello spazio decontestualizzato di un intenso blu è la linea bianca a tracciare le forme del soggetto, mentre la sua consistenza plastica viene evocata con una stesura di blu ancora più profondo. La profondità spaziale viene accennata in maniera decisamente astratta dal piano inclinato nero ed arancione il quale provoca un calibratissimo contrasto nell’equilibrio cromatico dell’opera. Allo stesso modo dissonante, anche con una certa dose d’ironia ed uno spirito ludico, tipici dell’arte di Pozzati, risalta su tutta la superficie l’unico fiore bianco che dà il titolo all’opera stessa. Il surrealismo di Pozzati, nelle sue linee nette e nei suoi colori elettrici, si nutre anche di una vivace vena pop.

Concetto Pozzati è nato a Vo’ nel 1935 ed è scomparso a Bologna nel 2017. Ha esordito come artista informale, in seguito si è avvicinato alle istanze della Pop Art. Infine il suo linguaggio artistico si è attestato su un Surrealismo dalla linea grafica e razionalista. Ha partecipato per la prima volta alla Biennale di Venezia nel 1964, partecipazione alla quale hanno fatto seguito altre quattro presenze (nel 1972, 1982, 2007 e 2009).


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2021 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440