Giuseppe De Gregorio – Senza titolo

Giuseppe De Gregorio – Senza titolo

De Gregorio Giuseppe

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 59x43

  • Codice prodotto: TLAN001

Visualizzazioni 348

DESCRIZIONE

L’opera si rifà ad un linguaggio estetico informale. La devastazione portata dalla Seconda Guerra Mondiale lasciò un segno profondo nella civiltà occidentale che nelle arti visive si risolse anche in un’impossibilità di comunicare. Tale problematica per alcuni artisti sfociò in un rifiuto totale di qualsiasi linguaggio visivo che si tradusse nella nascita dell’Informale. Le varie correnti informali sono certo collegate all’Espressionismo Astratto americano, soprattutto per quanto riguarda la componente gestuale, ma si spingono oltre per quanto riguarda il rifiuto di qualsiasi elemento figurativo, anche geometrico. La loro ricerca si spinge piuttosto verso la materia con cui compongono le loro opere. In particolare la produzione pittorica di Giuseppe De Gregorio va ascritta al gruppo cosiddetto dell’Ultimo Naturalismo, il quale si caratterizza per una ricerca che parte dagli elementi della Natura ma che si concretizza in un tipo di rappresentazione informale.

Come si può apprezzare in quest’opera il linguaggio artistico di Giuseppe De Gregorio parte dalla natura. Egli isola un singolo dettaglio e lo ingrandisce in proporzione macroscopica. Si effettua, dunque, un’indagine della natura che va talmente a fondo da farci scoprire realtà a noi ignote. A livello formale ciò si traduce in un biomorfismo accentuato che invade completamente l’opera, tanto da diventare autonomo e perdere ogni riferimento con la realtà fenomenica. In questo modo si arriva al paradosso che connota la produzione artistica di Giuseppe De Gregorio e degli artisti del gruppo dell’Ultimo Naturalismo, per cui un soggetto che parte dalla natura diventa informale. Molto interessante, inoltre, è la tecnica usata da questo pittore. La sua pennellata, sempre in linea con le poetiche dell’informale, è decisamente materica, tanto da creare delle crettature sulla superficie dell’opera che introducono l’accidentalità del reale direttamente nel dipinto. Dal punto di vista del colore, infine, Giuseppe De Gregorio propende sempre per un’intonazione monocroma, in questo caso con una prevalenza di grigi e di bianchi.

Giuseppe De Gregorio è stato un pittore originario di Spoleto, dove è nato nel 1920 ed è scomparso nel 2007. La sua formazione avviene nella città natale con il Gruppo dei Sei nel quale già a partire dagli anni ’50 inizia la sua ricerca sull’informale, vincendo anche diverse edizioni del Premio Spoleto. Sarà il critico Francesco Arcangeli a farlo conoscere a livello nazionale. Dagli anni ’70 De Gregorio comincia ad elaborare il suo stile peculiare che parte dalla raffigurazione di particolari di elementi della natura ingranditi, rimanendo però nell’ambito di un’estetica informale. Tutto ciò lo ascrive come uno dei più importanti rappresentati dell’Ultimo Naturalismo.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447