Dino Gaio – Senza titolo

Dino Gaio – Senza titolo

Gaio Dino

  • Tecnica: Tempera su carta
  • Dimensione: 110x80

  • Codice prodotto: BBON003

Visualizzazioni 392

DESCRIZIONE

Fin dal XIX secolo, da quando la pittura ha cominciato ad occuparsi dei vari aspetti della vita borghese, il mondo circense è stato un tema trattato da vari autori. Con lo svilupparsi delle correnti simboliste ed espressioniste tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX il personaggio del saltimbanco, dell’artista circense o della maschera hanno iniziato ad avere grande fortuna, in quanto funzionali nell’elaborazione di iconografie complesse, dai significati reconditi e misteriosi. Possiamo citare come esempio le figure di artisti e di arlecchini immortalate da Picasso nei suoi periodi “blu” e “rosa”. Durante gli anni ’70 e ’80 del Novecento è diventato un vero e proprio genere praticato da molti pittori, che hanno incentrato il loro interesse soprattutto verso la figura del clown.

Questo dipinto è molto esemplare della ricerca di Dino Gaio, famoso proprio per le sue composizioni di clown acrobati. Il principio fondamentale da cui parte Dino Gaio è, innanzitutto, una mediazione tra l’istintualità di una tecnica gestuale ed una chiave di lettura narrativa, basata su una figurazione chiara. Viene così a crearsi una tipica composizione che, nello spirito è divertente e curiosa, ma che mantiene tutte le qualità di un’opera pittorica. In questa tempera, inoltre, Gaio accentua ulteriormente il suo fare pittorico sintetico e veloce, proponendo un’opera su carta di grande freschezza esecutiva, nell’originalità della composizione.

Dino Gaio, nato a Pesaro nell’aprile 1914 e morto a Montelabbate nell’aprile del 1989, è stato un musicista e un pittore molto amato dai suoi allievi. Allevato in un orfanotrofio dopo la scomparsa prematura dei genitori, cominciò a lavorare a 10 anni come ceramista, diplomandosi successivamente alla Scuola d’arte. A 18 anni riprese gli studi di musica frequentando il Conservatorio di Pesaro e diplomandosi in clarinetto. Dopo la guerra e la prigionia si dedicò all’insegnamento presso la Scuola musicale “Lettimi” di Rimini, poi al Conservatorio di Pesaro per 37 anni. Parallelamente all’attività di docente e di concertista, continuò a dipingere con crescente successo, esponendo le sue opere in molte città in Italia e all’estero.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447