Domenico Induno – La battaglia di San Martino

Domenico Induno – La battaglia di San Martino

Induno Domenico

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 31x22
  • Anno: 1859

  • Stato di conservazione: Ottimo
  • Codice prodotto: ATER001

Visualizzazioni 635

DESCRIZIONE

IL soggetto della battaglia è presente in tutta la Storia dell’Arte occidentale e non solo. Ne abbiamo testimonianze sin dai mosaici dell’arte antica, come la celebre Battaglia di Isso conservata al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Eseguiti a scopo celebrativo, storiografico o narrativo, i dipinti di battaglie sono stati popolari fino alla pittura storica ottocentesca di cultura romantica. Questo dipinto di Domenico Induno rappresenta proprio un esempio di pittura storica del XIX secolo. Viene raffigurata la battaglia di San Martino, svoltasi il 24 giugno 1859, e che, insieme alle operazioni belliche di Solferino, portò alla conclusione della Seconda Guerra d’Indipendenza.

Il dipinto costituisce un bellissimo esempio di pittura di storia che propone tutte le peculiarità di quel particolare ambito di epoca romantica. Il pittore propone infatti una scena che risulta, allo stesso tempo, didascalica e dinamica. Lo scopo infatti è quello di divulgare un evento storico in modo chiaro, dandogli anche una certa risonanza epica e solenne, e nel contempo rendere la raffigurazione dinamica e vigorosa. Per questo la composizione viene realizzata in maniera molto teatrale, con il taglio diagonale determinato dalla folla degli eserciti in alto e in basso. Al centro, con regia magistrale, viene lasciato uno spazio centrale dove si svolgono degli scontri singoli che il pittore illumina con una luce dedicata. A livello pittorico l’opera rispetta ancora i canoni dell’ambito romantico. L’impostazione generale è ampiamente naturalista con una certa propensione però all’uso di un accentuato tonalismo che enfatizza il dinamismo e il vigore espressivo della battaglia. Anche dal punto di vista cromatico tutto ciò confluisce in un notevole atmosferismo che intona tutta la superficie del dipinto su colori bruni.

Domenico Induno è stato un pittore milanese, nato nel 1815 e scomparso nel 1878. La sua formazione cominciò da giovanissimo nel laboratorio di oreficieria di Luigi Cossa. Fu proprio il Cossa ad indurlo a iscriversi all’Accademia di Brera. Nelle sue prime opere sente fortemente l’influsso di Francisco Hayez, dedicandosi ai soggetti storici e ad episodi presi dalla Bibbia. Negli anni della maturità Induno abbandona la pittura di storia per dedicarsi invece alle scene di genere. Tra gli anni ’50 e ’60 dell’Ottocento Domenico Induno raggiunge l’apice della sua carriera. Nel 1854 diviene socio dell’Accademia di Brera. Nel 1860 viene nominato Cavaliere dei Santi Maurizio e Lazzaro. Nel 1973 ottiene la medaglia d’oro all’esposizione di Vienna.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440