Donatien Quartieri – Luce in dissolvenza

Donatien Quartieri – Luce in dissolvenza

Quartieri Donatien

  • Tecnica: Acrilico su tela
  • Dimensione: 70x100
  • Anno: 2013

  • Codice prodotto: CMIL001

Visualizzazioni 313

DESCRIZIONE

I fiori come soggetto autonomo cominciano a comparire all’interno delle “nature morte”, genere che vede la luce agli inizi del XVII secolo. In seguito l’attenzione dei pittori per il mondo floreale, soprattutto con gli impressionisti, si fa sempre maggiore, in quanto occasione straordinaria per catturare vibrazioni cromatiche e luminose. Così i fiori vengono rappresentati non solo nei vasi, ma anche immersi nel loro paesaggio naturale. Se all’inizio della sua storia era un pretesto per i pittori per cimentarsi in una riproduzione fotografica della realtà, con l’arte contemporanea il soggetto dei fiori diventa anche un modo di interpretare la realtà.

Il linguaggio stilistico di Donatien Quartieri presenta un indirizzo di ricerca ben preciso, il quale viene definito dal termine Chromologos. Per questo artista, infatti, sono basilari, nella composizione dell’opera, le sensazioni comunicate e gli stimoli suggeriti dagli elementi cromatici e dai rapporti instaurati tra i colori. Per questo i dipinti di Donatien Quartieri si traducono sempre in esuberanti superfici policrome dai toni brillanti e pieni di luce. Ciò avviene sia quando l’artista si rivolge ad una ricerca di tipo astratto, di colori puri, che ovviamente guarda a Kandiskij. Ma la creatività di Donatien Quartieri prevede anche formule originali in cui l’elemento cromatico puro si sovrappone al figurativo. In questo modo l’artista lascia una traccia di realtà tramite un tratto leggero ed etereo. La stessa realtà poi viene scomposta e ricomposta nel intrecciato dialogo di colori che si sovrappongono sui vari piani della superficie dell’opera. In questo modo il mondo sensibile viene direttamente analizzato e trasfigurato in un linguaggio spirituale di emozioni pure come i colori che Donatien Quartieri usa.

Giuseppe Quartieri, in arte Donatien, è nato a Lodi nel 1963. Già da giovane, frequentando diversi ateliers milanesi, decide di dedicare la sua vita all’arte e, in particolare, allo studio sul colore ispirandosi alle ricerche di Kandiskij, Itten e De Stael. Elabora, allora, in una serie di conferenze e di scritti la sua teoria del Chromologos che si sviluppa in una serie di riflessioni artistiche e spirituali. Tali riflessioni danno vita, già dai primi anni del 2000 alla prima serie di opere Chromologos. Espone i suoi lavori nelle gallerie di importanti città come Parigi, Roma, Milano, Rimini, Heidelberg, Brema, Ysny, Monaco, Lione e Chartres. Tra il 2013 e il 2014 ha scritto un libro in francese e in italiano sul Chromologos. Oggi Donatien Quartieri continua la propria ricerca parallelamente al lavoro artistico nella Academy Chromologos di Londra.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447