Emilio Vedova – Canal grande dal mio studio

Emilio Vedova – Canal grande dal mio studio

Vedova Emilio

Il soggetto del paesaggio urbano è già presente in epoca Medievale e Moderna, ma prevalentemente in maniera idealizzata. Le scene di vita cittadina diventano temi tipici con un’interpretazione più verosimile a partire dal XIX secolo. Ricordiamo come subito dopo le correnti realiste dell’Ottocento anche gli impressionisti diedero molta rilevanza al quotidiano, alla vita di tutti […]

  • Tecnica: Tempera su carta
  • Dimensione: 35x50
  • Anno: 1945

  • Certificato: Certificato della fondazione Emilio Vedova –Autentica n° 210 del 27-10-2008
  • Codice prodotto: GCAS001

Visualizzazioni 838

DESCRIZIONE

Il soggetto del paesaggio urbano è già presente in epoca Medievale e Moderna, ma prevalentemente in maniera idealizzata. Le scene di vita cittadina diventano temi tipici con un’interpretazione più verosimile a partire dal XIX secolo. Ricordiamo come subito dopo le correnti realiste dell’Ottocento anche gli impressionisti diedero molta rilevanza al quotidiano, alla vita di tutti i giorni, con un certa predilezione, però, verso la frenesia della città, la folla, il traffico e ambientazioni tipicamente borghesi. In questo dipinto Emilio Vedova si ricollega alla tradizione del vedutismo veneziano tramite il soggetto prescelto, ma la scardina completamente facendo irrompere le istanze della contemporaneità nella sua modalità gestuale di esecuzione.

Questa tempera è molto interessante in quanto testimonianza della produzione figurativa dell’informale Emilio Vedova. La composizione è molto istintiva, costruita tutta per mezzo del colore, che supera definitivamente il disegno in una accentuata sintesi degli elementi rappresentati. Una modalità esecutiva che potremmo dire post-impressionista in quanto alla registrazione immediata del dato sensibile, si unisce una forte componente emotiva, scaturente direttamente dalla sensibilità dell’artista. Ma il fatto più rilevante è che tale sensibilità si esprime in un tratto pittorico davvero vigoroso, diremmo quasi brutale, preannunciando quella gestualità propria di Vedova da cui prendono vita le opere informali.

Emilio Vedova è stato un pittore e incisore veneziano (1919 – 2006). Formatosi sull’Espressionismo aderì inizialmente al gruppo Corrente insieme a Birolli, e Guttuso. Dopo aver partecipato alla Resistenza, a Milano nel 1946 è tra i firmatari del manifesto “Oltre Guernica” in cui si sanciscono i legami tra arte, politica e società. Negli anni ’50 cominciano i suoi noti cicli artistici passando inizialmente da un Neocubismo con il ciclo delle “Geometrie Nere” per arrivare ad una poetica informale-astratta costituita da una gestualità automatica di segni sulla superficie delle tele.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447