Enrico Lombardi – Precipitare nel tempo

Enrico Lombardi – Precipitare nel tempo

Lombardi Enrico

  • Tecnica: Acrilico su tela
  • Dimensione: 90x70
  • Anno: 2004

  • Certificato: Certificazione dell'artista in allegato
  • Stato di conservazione: Ottimo
  • Codice prodotto: SMON002

Visualizzazioni 722

DESCRIZIONE

Il soggetto del paesaggio urbano è già presente in epoca Medievale e Moderna, ma prevalentemente in maniera idealizzata. Le scene di vita cittadina diventano temi tipici con un’interpretazione più verosimile a partire dal XIX secolo. Ricordiamo come subito dopo le correnti realiste dell’Ottocento anche gli impressionisti diedero molta rilevanza al quotidiano, alla vita di tutti i giorni, con una certa predilezione, però, verso la frenesia della città, la folla, il traffico e ambientazioni tipicamente borghesi.

Il linguaggio artistico di Enrico Lombardi ha profonde radici con la tradizione pittorica italiana e fa riferimento proprio a quelle rappresentazioni di città, idealizzate e dal carattere razionalizzante, che popolano le opere del Tre e del Quattrocento. Lombardi vuole creare una connessione tra realtà e Surrealismo riproducendo panorami cittadini, ma spingendo al massimo sulla componente razionale. E così queste vedute si pongono in una terra di mezzo, che può anche essere chiamata Metafisica. A livello formale Lombardi realizza dei volumi purissimi, eseguiti con una tecnica straordinariamente oggettiva e tagliati da suggestivi fasci di luce. A livello coloristico è un pittore che propende quasi al monocromo, accentuando il carattere irreale di queste vedute. Nel caso specifico di questo dipinto Lombardi sovverte completamente le regole spaziali della realtà, aggiungendo un’ulteriore componente surreale a questa opera.

Enrico Lombardi è nato a Meldola nel 1958. La sua carriera dura da oltre quarant’anni ed ha esposto le sue opere in moltissime mostre personali e collettive sia in Italia che all’estero. Tra le altre ricordiamo la “Prima Biennale del Mediterraneo” a Barcellona e la”Biennale giovani” a Bologna (1985), due edizioni del “Premio Campigna” a S.Sofia (1987-1990), “Pitture. Il sentimento e la forma” a Treviso e Bologna (1996), la “Prima Biennale della figurazione fantastica e meravigliosa” al castello di Poppi (1997), “Sui Generis” al P.A.C di Milano (2000), “Figure del ‘900 (2)” a Bologna (2001), “Urban landscape” al Carrousel du Louvre a Parigi (2005). Allestisce numerose personali, tre delle quali con la Galleria Forni a Bologna e Milano (2000-2002-2006), due Antologiche alla Galleria Wimmer di Montpellier (1999) e alla Galleria delle Arti di Bologna (1997), “Distanze” ad Apt (2004), “L’oro della memoria” alla Art Bank Gallery di Londra (2005).


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447