Esperia Gava – Senza titolo

Esperia Gava – Senza titolo

Gava Esperia

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 35x50

  • Codice prodotto: ELUC004

Visualizzazioni 349

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata una costante aspirazione per i pittori. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica, nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo.

L’opera è un chiaro esempio di paesaggio espressionista. La realtà viene interpretata in modo estremamente sintetico, con un esercizio di riduzione che cerca di arrivare all’essenza più pura del paesaggio. La superficie è completamente bidimensionale, senza concedere quasi nulla alla profondità spaziale. Le pennellate delineano le forme in maniera molto istintiva. Entrando ancora di più nello specifico possiamo constatare come Esperia Gava descriva la veduta con una serie di segni quasi gestuali andando a creare un impasto denso che trasfigura, nella materia pittorica, la sua percezione della Natura. Così la stesura del colore è densa e materica e, benché il linguaggio usato in questa opera sia sintetico ed espressionista, la visione di Esperia Gava rimane legata alla realtà fenomenica, alle sue vibrazioni di luce e di atmosfera, in un fare pittorico che porta alle estreme conseguenze le premesse poste dall’arte impressionista ed en plein air.

Esperia Gava (1916), pittrice Italiana dei primi del ‘900. Inizia a dipingere nel 1931 sotto la guida del maestro Dall’Oca. Nel 1937 è costretta a trasferirsi a Toulon (Francia), ove seguita a dipingere partecipando a vari concorsi di pittura con ottimi risultati. Nel 1945 si trasferisce a Roma continuando la preparazione artistica sotto la guida del maestro scultore Turillo Sindoni. Schiva di pubblicità e legata alla famiglia, seguita a lavorare per diversi anni eseguendo pochissime opere, molto impegnative, destinate per lo più a una ristretta cerchia di conoscenti. Le sue opere figurano in collezioni private in Italia e all’estero.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447