Ludovisi, Felice – Pittore (n. Viterbo, 27 ago. 1917 –  Ivi, 2 apr. 2012).

Si trasferì quindicenne a Roma, dove frequentò il Liceo artistico e la Facoltà di architettura. Insegnò pittura in diverse accademie italiane ed al Finch College Museum of Arts di New York; ha diretto le accademie di Foggia, Frosinone e Roma. Esordì nel 1945 e tenne la sua prima mostra personale l’anno dopo nella Galleria San Marco. Tenne poi numero­sissime mostre personali, partecipò alle più impor­tanti rassegne (Biennale di Venezia e Quadriennale di Roma) e vinse numerosi premi, a cominciare dal premio Coni per le Olimpiadi di Londra del 1948, in occasione delle quali venne scelto per rappresen­tare l’Italia all’Esposizione Internazionale di Pittu­ra del Victoria and Albert Museum.

Vinse poi il Pre­mio Acquisto alla VII Quadriennale romana, la Me­daille d’or de l’Academie de Devoument de France e la medaglia d’oro dei Benemeriti della Cultura e dell’Arte, conferitagli nel 1985 dal Presidente della Repubblica su proposta del Ministro della Pubblica Istruzione. Fu anche scenografo per il Teatro del­l’Opera di Roma e scultore; in tale veste realizzò opere dedicate ai Cavalli immaginari della città del sole. Papa Giovanni Paolo II lo nominò consultore della Pontificia Commissione Centrale dell’Arte Sa­cra; fu membro dell’Accademia dei Virtuosi al Pan­theon. Nel 1968 la sua città natale gli dedicò una grande mostra antologica, che è stata allestita nel Palazzo dei Priori ed è stata poi trasferita all’Ente Premi di Roma nel palazzo Barberini. Nel 1987 i quarant’anni di attività sono stati documentati in un’ulteriore antologica, che si è tenuta nell’appar­tamento Balbo di palazzo Venezia a Roma.

BIBL. – Ludovisi 1968; Ludovisi 1980; Ludovisi 1987; Lu­dovisi 1988; Felice Ludovisi. Apuleo 1990 (con bibl.); Civello 1998.