Felice Vellan – Il Cervino

Felice Vellan – Il Cervino

Vellan Felice

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata da sempre un’aspirazione per l’artista. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite […]

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 98x88
  • Anno: 1938

  • Codice prodotto: DTRE001

Visualizzazioni 571

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata da sempre un’aspirazione per l’artista. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento, poi sulla resa atmosferica, nel Cinquecento, fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo. La produzione pittorica di Felice Vellan si concentrò soprattutto sul paesaggio. Egli fu una grande interprete sia di quello urbano, con vedute di Torino e dei suoi parchi, sia dei paesaggi di montagna, nei quali l’artista ha potuto esprimere al meglio il suo naturalismo di ampio respiro classico.

La natura è la vera protagonista dei paesaggi montani di felice Vellan. Nelle sue opere lo spettatore può immergersi completamente nei panorami da lui raffigurati e ci sembra quasi di sentire quell’aria della montagna da lui tanto amata. Questo, soprattutto, grazie ad una eccellente qualità tecnica, capace di descrivere il paesaggio con straordinaria cura dei dettagli in una convincente interpretazione naturalistica e di grande respiro classico. Ma Felice Vellan introduce anche ulteriori elementi di lirismo grazie alla sua pennellata sciolta e facendo risaltare i valori tonali del colore. In questo modo il paesaggio risulta unitario in una coerente atmosfera e, allo stesso tempo, vibrante in un’esecuzione ricca di freschezza e immediatezza.

Felice Vellan è stato un pittore torinese, nato nel 1889 e scomparso nel 1976. si forma all’Accademia Albertina e, in un secondo momento, frequenta lo studio di Giovanni Guarlotti, da cui eredita la passione per il paesaggio.
A Torino Felice Vellan fonda la Scuola serale del nudo ed è prima consigliere e poi vicepresidente del Circolo degli Artisti della città.
Partecipa a molte esposizioni, come la Biennale di Venezia, la Quadriennale di Roma e di Torino, non solo con dipinti, ma anche con incisioni. È presente alla mostra della Società degli Amatori e Cultori di Belle Arti di Roma del 1927 e alla Permanente di Milano del 1924 e del 1931.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447