Francesco Caraccio – Senza titolo

Francesco Caraccio – Senza titolo

Caraccio Francesco

  • Tecnica: Tecnica mista su carta
  • Dimensione: 50x70

  • Codice prodotto: MMAR002

Visualizzazioni 154

DESCRIZIONE

Il ritratto è una delle più diffuse espressioni artistiche nell’ambito soprattutto della pittura, ma anche della scultura, in tutte le epoche. Il ritratto è, in primo luogo, una descrizione del soggetto rappresentato, un tentativo di riportare in modo veritiero e naturale la sua fisionomia e le sue caratteristiche individuali. Con l’evolversi progressivo della ricerca artistica alla descrizione fisionomica del soggetto si è affiancata anche quella psicologica. Pertanto il ritratto, nei secoli, è diventato anche un mezzo d’indagine introspettiva sul soggetto, sul suo carattere e il suo stato d’animo. Sono intervenuti, a favore di questo tipo d’indagine, i processi di astrazione portati dall’arte contemporanea. Su questa linea si attesta decisamente anche la ricerca pittorica di Francesco Caraccio, che è una ricerca principalmente sul volto umano e, proprio grazie al processo di astrazione formale, una ricerca sulla sua identità.

Come possiamo apprezzare anche da questa tecnica mista su carta il linguaggio artistico di Francesco Caraccio è fortemente espressionista, fondato su una sintesi estrema del soggetto. Il volto umano viene ridotto a pochi tratti essenziali, quasi simbolici nel loro carattere perentoriamente iconico. La linea grafica di Caraccio, che guarda a Modigliani, scompone e indaga il volto umano per ricavarne la sua essenza più peculiare. Oltre alla sintesi espressionista concorre i questa indagine, come già avveniva nel maestro livornese, anche la concezione cubista di uno spazio complesso, nel quale gli elementi del soggetto si dispongono secondo molteplici punti di vista. Dal punto di vista formale l’opera è ben eseguita, concepita in base al gradevole contrasto che viene a crearsi tra la nettezza della linea disegnativa e la leggerezza delle sfumature di colore.

Giuseppe Francesco Giannotta, in arte Francesco Caraccio è nato a Maruggio nel 1958. La sua formazione avviene prevalentemente in Francia. Nel 1975 ha realizzato a Montelparo un Monumento ai Caduti. Nel 1987 ha lavorato ad un progetto per un monumento alla danza per la città di Monza. Nel 1990 vince la medaglia d’oro a Sulmona. Le sue opere vengono esposte in numerosi musei a San Pietroburgo, Vilnius, Shanghai, Hong Kong, Houston, New York, San Francisco, Parigi e L’Aia.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440