Franco Anselmi – Villaggio

Franco Anselmi – Villaggio

Anselmi Franco

  • Tecnica: Olio su tavola
  • Dimensione: 50x70

  • Codice prodotto: LLIR002

Visualizzazioni 173

DESCRIZIONE

L’estetica surrealista nasce intorno agli anni ’20 del XX secolo riguardando tutti i campi della ricerca artistica. Per quanto riguarda un discorso legato più propriamente alle arti visive, il surrealismo si pone come volontà di indagare il subconscio umano e riversarlo sull’opera d’arte attraverso un procedimento di scrittura meccanica basato sull’analisi dei sogni. Di conseguenza le opere d’arte surrealiste propongono la rappresentazione di una dimensione onirica, completamente dissociata dalla realtà. Gran parte della produzione pittorica di Franco Anselmi può essere associata alle istanze surrealiste, nella creazione di una dimensione magica.

Il Surrealismo di Franco Anselmi si distingue da quello storico dei maestri Dalì e Magritte per intraprendere una propria maniera originalissima. Infatti il mondo creato da Anselmi non è tanto frutto del sogno quanto, invece, della fantasia. Quella che popola le sue opere è una dimensione fiabesca di villaggi medievali fatti di costruzioni sbilenche che sfidano le leggi della gravità, abitate da animali fantastici dai tratti caricaturali. Di conseguenza anche la forma adottata da questo pittore si adatta al clima fiabesco di tutta la sua estetica. Lo stile di Anselmi ha un carattere estremamente disegnativo, con la linea protagonista nel dare vita alle creazioni fantastiche dell’artista. Completa l’opera un cromatismo vivacissimo, fatto di colori brillanti in una stesura molto elaborata.

Franco Anselmi è nato a Vittorio Veneto nel 1950. Si diploma come elettrotecnico e si laurea il Lingue e Sociologia, ma la passione per l’arte lo spinge fin da giovane a imparare le tecniche pittoriche da autodidatta. Insegna fino al 1994, ma visti i successi delle mostre allestite decide di dedicarsi alla pittura in maniera costante. Tra le tante mostre alle quali ha partecipato sia in Italia che all’estero ricordiamo nel ’91 e nel ’93 alla “Casa dei Carraresi” a Treviso, al castello dei Pio a Carpi, al casino Bahia di Cadice, alla Bevilaqua la Masa a Venezia, nel 94 a Budapest “Buda Center”, “Artest” a Udine. Negli anni 90-95 lo si vede in Turchia alla Sanat Fuari di Istanbul, Bursa , Ankara ed Izmir, Galleria “Sandrelle a Lione, “Europ’art” Ginevra, “Art Americas” Miami, Los Angeles, S.Francisco, Portland e alla “Jachob Javits Centre” di New York.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2021 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440