Franco Battiato – Donna che prega

Franco Battiato – Donna che prega

Battiato Franco

Opera venduta

Il ritratto è una delle più diffuse espressioni artistiche nell’ambito soprattutto della pittura, ma anche della scultura, in tutte le epoche. Il ritratto è, in primo luogo, una descrizione del soggetto rappresentato, un tentativo di riportare in modo veritiero e naturale la sua fisionomia e le sue caratteristiche individuali. Con l’evolversi progressivo della ricerca artistica […]

  • Tecnica: Litografia
  • Dimensione: 40x30
  • Anno: 2000

  • Certificato: si
  • Tiratura: Esemplare XIX/L
  • Codice prodotto: GCAS002

Visualizzazioni 747

DESCRIZIONE

Il ritratto è una delle più diffuse espressioni artistiche nell’ambito soprattutto della pittura, ma anche della scultura, in tutte le epoche. Il ritratto è, in primo luogo, una descrizione del soggetto rappresentato, un tentativo di riportare in modo veritiero e naturale la sua fisionomia e le sue caratteristiche individuali. Con l’evolversi progressivo della ricerca artistica alla descrizione fisionomica del soggetto si è affiancata anche quella psicologica. Pertanto il ritratto, nei secoli, è diventato anche un mezzo d’indagine introspettiva sul soggetto, sul suo carattere e il suo stato d’animo. Sono intervenuti, a favore di questo tipo d’indagine, i processi di astrazione portati dall’arte contemporanea. La produzione pittorica di Franco Battiato, uno dei più importanti cantautori italiani, si è focalizzata sui volti, attraverso il cui studio ha maturato un proprio linguaggio espressionista-simbolista, ispirato dalla sua vicinanza alle filosofie orientali.

Figura di spicco nel panorama culturale italiano, in primis come cantautore, ma in generale come intellettuale a tutto tondo, Franco Battiato ha divulgato le sue conoscenze e le sue inclinazioni anche per mezzo di un’interessantissima produzione pittorica. I suoi ritratti per atmosfera, ma anche e soprattutto nel linguaggio adoperato, sembrano guardare ad una concezione arcaica dell’arte che si rifà al mondo ed alla cultura orientale. Possiamo percepire un immediato riferimento all’arte simbolista, ravvisabile nella maniera in cui le figure vengono raffigurate in maniera generica, private dei proprio tratti individuali, per assumere un carattere iconico. La rappresentazione, così, esce dal contingente per assumere significati più ampi, cosmici. L’influsso orientale si percepisce in un preciso riferimento alle icone bizantine, nella fissità dei soggetti, nella loro aura trascendentale, nonché nell’acentuata bidimensionalità delle composizioni costruita nello spazio infinito dello sfondo dorato. Nonostante il carattere, tendenzialmente antico, delle sue figure, Battiato riesce a ricontestualizzare il suo linguaggio artistico in un’indole contemporanea e personale, tramite un minimalismo che tiene conto delle avanguardie artistiche novecentesche.

Sulle basi di sereno e attento dialogo con la propria individuale facoltà pittorica, Franco Battiato (Ionia, 1945 – Milo, 2021) ha intrapreso un cammino di ricerca che si è progressivamente consolidato in una ben definita pratica artistica. Questa attività si è venuta ad affiancare a quella più ampiamente nota di musicista, e, dal ’93 in poi, ha condotto i suoi quadri ad essere esposti in parecchie mostre personali tra Roma e Catania, Stoccolma, Miami, Firenze e Goteborg. Le opere figurative prodotte sono circa ottanta, tra tele e tavole dorate. Le tecniche prevalentemente adoperate sono quelle ad olio e mediante uso di terre o pigmenti puri. Le copertine di Fleurs e Ferro Battuto, e il libretto dell’opera Gilgamesh, sono state realizzate da Franco. Süphan Barzani è lo pseudonimo col quale Franco Battiato agli inizi firmava i suoi dipinti.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447