Franz Borghese – Pe llui sc’è Iddio…

Franz Borghese – Pe llui sc’è Iddio…

Borghese Franz

Il dipinto può essere definito una scena di genere, ovvero la rappresentazione di un episodio di vita quotidiana che, apparentemente, non ha alcun elemento significativo. Questo tipo di soggetti domestici furono a lungo considerati come minori e cominciarono a diffondersi, nell’arte occidentale, solo a partire dal XVII secolo. Solo con lo sviluppo delle correnti realistiche […]

  • Tecnica: Acquerello
  • Dimensione: 35x50

  • Certificato: Richiesto parere sull'autenticità dell'opera alla Galleria Santerasmo.
  • Codice prodotto: GWIL003

Visualizzazioni 919

DESCRIZIONE

Il dipinto può essere definito una scena di genere, ovvero la rappresentazione di un episodio di vita quotidiana che, apparentemente, non ha alcun elemento significativo. Questo tipo di soggetti domestici furono a lungo considerati come minori e cominciarono a diffondersi, nell’arte occidentale, solo a partire dal XVII secolo. Solo con lo sviluppo delle correnti realistiche ottocentesche i soggetti della vita di tutti i giorni furono considerati della stessa importanza di quelli storici o religiosi. L’artista Franz Borghese, nella sua produzione artistica ha rielaborato la scena di genere in una chiave grottesca e caricaturale. L’artista ha inventato un mondo popolato da ricchi borghesi rappresentati nei più svariati atteggiamenti e in numerose situazioni. I soggetti sono costruiti quasi come degli automi, dalle forme caricaturali e semplificate.

L’iconografia dell’opera ha un carattere ironico, grottesco, probabilmente con diverse interpretazioni allegoriche e satiriche. Il linguaggio usato ha delle forti connessioni con la corrente artistica della Nuova Oggettività tedesca. Vi è lo stesso modo semplificato e infantile di interpretare un realismo basato sulla caricatura. Troviamo lo stesso carattere cinico di pittori come George Grosz o Otto Dix nello sferzare la propria società con una lucida ironia. In questo dipinto, inoltre, possiamo ammirare pienamente anche dal punto di vista formale la forza espressiva della stesura pittorica di Franz Borghese. Le pennellate sono dense ed energiche adatte a costruire strutturalmente i personaggi connotandoli di una resa volumetrica oggettiva e, allo stesso tempo, di una superficie vibrante ed espressionistica. La tavolozza, come di consueto, si attesta su colori forti, molto aggressivi.

Franz Borghese è stato un pittore romano nato nel 1941 e scomparso nel 2005. Si è formato al Liceo Artistico in via di Ripetta dove insegnavano Turcato, Purificato e Capogrossi. Nel 1964 ha fondato il gruppo e la rivista “Ferro di Cavallo”. Nel 1968 espone alla sua prima mostra. Già due anni dopo, nel 1970, comincia a elaborare la sua pittura sarcastica che guarda a Grosz e Dix. La sua arte è metafora di una borghesia di inizio secolo simbolo delle debolezze umane.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447