Gaetano Pompa – Litania notturna a Venezia

Gaetano Pompa – Litania notturna a Venezia

Pompa Gaetano

  • Tecnica: Incisione su carta
  • Dimensione: 50x35
  • Anno: 1984

  • Codice prodotto: ASAN003

Visualizzazioni 124

DESCRIZIONE

L’estetica surrealista nasce intorno agli anni ’20 del XX secolo riguardando tutti i campi della ricerca artistica. Per quanto concerne un discorso legato più propriamente alle arti visive, il surrealismo si pone come volontà di indagare il subconscio umano e riversarlo sull’opera d’arte attraverso un procedimento di scrittura meccanica basato sull’analisi dei sogni. Di conseguenza le opere d’arte surrealiste propongono la rappresentazione di una dimensione onirica, completamente dissociata dalla realtà. Tuttavia, spesso, tale rappresentazione si appoggia ad una resa formale di carattere iperrealista, proprio per accentuare, paradossalmente, il carattere illusorio e ambiguo della dimensione surreale. Tutta la produzione dell’artista Gaetano Pompa si distingue per la creazione di scene visionarie e creature immaginarie. In questa opera l’artista propone una superba rielaborazione del Leone di San Marco, simbolo della città di Venezia.

Specializzato nell’invenzione di creature immaginarie, da bestiario medievale, la rielaborazione del Leone di San Marco, animale già di per sé fantastico, spinge Gaetano Pompa ad un ulteriore slancio della sua indole estremamente creativa. Il risultato è, come sempre nel lavoro di questo artista, eccezionale, ricco di dettagli e particolari che ne fanno un’opera unica nel suo genere. Questa eccezionalità deriva dal solito mix tra carattere visionario e citazionista che implica il lavoro di Pompa, unito anche ad una peculiare sensibilità contemporanea. In questo caso, proprio tale sensibilità, porta l’artista ad una ricostruzione geometrica del leone. Rimane inalterato, comunque, lo stile di questo artista che porta sempre la suggestione di una patina di antico, come se le sue immagini fossero uscite da un volume quattrocentesco o cinquecentesco. In tutto ciò svolge un ruolo assolutamente fondamentale la tecnica, anche nell’arte incisoria, di Pompa. Tutto viene curato con un’attenzione maniacale al dettaglio (com’è tipico della tradizione surrealista), ma in uno spirito da si rifà, in modo più specifico, proprio all’arte dell’illustrazione.

Nato a Forenza nel 1933, Gaetano Pompa è considerato uno degli artisti contemporanei più originali e poliedrici. Nel corso della sua carriera sperimenta tutte le tecniche, dalla pittura alla ceramica, dalla grafica alla scultura senza essere in prevalenza scultore, pittore o incisore. Dal 1958 al 1961 vive a Monaco di Baviera, dove svolge un’intensa attività artistica. Di nuovo a Roma, a partire dal 1970 soggiorna ad Ansedonia, nel comune di Orbetello. La sua attività espositiva, dopo la personale alla Galleria dell’Obelisco di Roma, prosegue con mostre allestite a Monaco, Düsseldorf, New York, Chicago, Napoli, Amburgo, Venezia, Milano e Colonia. Tra le rassegne nazionali ed internazionali si ricordano: la Quadriennale di Roma, la Biennale di Parigi, la Biennale di grafica di Cracovia, la Biennale Internazionale per il bronzetto di Padova. Nel 1977, in occasione del compleanno di Paolo VI, esegue il San Paolo dei Musei Vaticani. Le sue opere di trovano nei Musei di Arte Moderna di Genova, New York, Indianapolis, Toronto.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2021 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440