Gaspare Da Jaga – Senza titolo

Gaspare Da Jaga – Senza titolo

Da Jaga Gaspare

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 110x90

  • Codice prodotto: ACIC002

Visualizzazioni 131

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata da sempre un’aspirazione per l’artista. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento, poi sulla resa atmosferica, nel Cinquecento, fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo.

Gaspare Da Jaga ha avuto una formazione da autodidatta che ha reso la sua maniera pittorica libera da schemi precostituiti. Questa sua purezza traspare da una produzione pittorica che si esplica in una visione della realtà pregna di valori primari. La rappresentazione del mondo di Da Jaga è essenziale, fatta di semplici linee compositive e colori puri. L’istinto che guida il pittore è, infatti, quello di dare un’interpretazione semplificata della realtà, alla ricerca di nuovi valori di purezza nella rappresentazione. Per queste motivazioni il linguaggio di Gaspare Da Jaga può essere avvicinato alla corrente Naif. L’artista Naif è per definizione un autodidatta, una persona che non ha frequentato le accademie ma ha trovato dentro di sé l’ispirazione. Su un piano stilistico ciò si traduce in una pittura figurativa che dà un’interpretazione della realtà dai caratteri inconsapevolmente primitivisti. Tuttavia anche l’artista naif, nella sua spontaneità, ha una propria consapevolezza che lo porta ad elaborare un linguaggio estetico ben determinato, differenziandolo dal dilettantismo. E lo possiamo constatare nella tecnica libera e sciolta usata da Gaspare Da Jaga che rende le sue composizioni vive e vibranti

Gaspare Da Jaga nasce a Orzinuovi nel 1941, undicesimo di tredici figli della famiglia dei Giovannini. Autodidatta, inizia a dipingere all’età di dodici anni, affascinato dalla scuola degli impressionisti francesi insieme ai colori. La passione per le arti plastiche durante l’adolescenza gli fa intraprendere numerosi viaggi all’estero, ma resta la Francia il luogo di massima ispirazione artistica. Frequenta i corsi liberi di disegno presso l’Accademia di Brera di Milano e dal 1964 frequenta la scuola d’arte del maestro Enea Ferrari, presso il castello sforzesco di Soncino. Numerose sono le mostre dedicate alle sue opere tenutesi in Europa e in Brasile dove è invitato dall’illustre giornalista e critico d’arte Pietro Maria Bardi, in qualità di Direttore del Museo d’Arte di San Paolo. Muore nel 1997.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2021 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447