Franco Gentilini – L’incontro

Franco Gentilini – L’incontro

Gentilini Franco

  • Tecnica: Litografa su carta
  • Dimensione: 31x27

  • Codice prodotto: EBAR001

Visualizzazioni 145

DESCRIZIONE

L’estetica surrealista nasce intorno agli anni ’20 del XX secolo riguardando tutti i campi della ricerca artistica. Per quanto riguarda un discorso legato più propriamente alle arti visive, il surrealismo si pone come volontà di indagare il subconscio umano e riversarlo sull’opera d’arte attraverso un procedimento di scrittura meccanica basato sull’analisi dei sogni. Di conseguenza le opere d’arte surrealiste propongono la rappresentazione di una dimensione onirica, completamente dissociata dalla realtà. Gran parte della produzione pittorica e soprattutto grafica di Franco Gentilini può essere associata alle istanze surrealiste, nella creazione di una dimensione altra, abitata da elementi stranianti in un sovvertimento di ogni regola spazio-temporale. A differenza del Surrealismo storico, rappresentato da pittori come Dalì e Magritte, Franco Gentilini non fa ricorso ad un linguaggio iper-oggettivo ma sviluppa un proprio stile decisamente più espressionista.

Lo stile di Franco Gentilini è il frutto di una ricerca personale che ha portato alla creazione di un proprio mondo dai tratti surreali e fiabeschi. Nel costruire i suoi personaggi Franco Gentilini si ispira ad un medioevo fantasioso in cui i soggetti sono il frutto di un sintetismo colorato. Sul piano formale, alla base di questa ricerca, vi è una eleganza grafica di altissimo livello che si sposa alla perfezione con la fantasia sconfinata dell’autore. Tutto ciò è particolarmente evidente nelle litografie le quali mostrano l’uso di un tratto deciso a delineare le figure e gli oggetti. Nell’espressionismo-surrealista di Franco Gentilini le figure hanno una rilevante connotazione plastica, ma i loro tratti individuali sono eliminati, per cui essi risultano quasi come dei manichini, degli automi che si muovono con gesti meccanici. La sensazione di straniamento viene ulteriormente accentuata dalla creazione, da parte dell’artista, di uno spazio complesso, non univoco, ma costruito da linee prospettiche molteplici.

Franco Gentilini è nato a Faenza nel 1909 ed è scomparso a Roma nel 1981. Ha studiato la tradizione ceramista della sua città e, in seguito, la sua formazione artistica si è completata a Bologna. Nel 1929 si è trasferito a Roma, dove ha insegnato all’Accademia di Belle Arti. La sua arte, fiabesca, onirica, ironica e colorata, si è espressa non solo nella pittura, ma anche nella grafica, nella scenografia e nell’illustrazione per l’editoria.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440