Georges Duprè – Senza titolo

Georges Duprè – Senza titolo

Duprè Georges

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 43x50
  • Anno: XIX secolo

  • Codice prodotto: GSEM002

Visualizzazioni 164

DESCRIZIONE

Il ritratto è una delle più diffuse espressioni artistiche nell’ambito soprattutto della pittura, ma anche della scultura, in tutte le epoche. Il ritratto è, in primo luogo, una descrizione del soggetto rappresentato, un tentativo di riportare in modo veritiero e naturale la sua fisionomia e le sue caratteristiche individuali. Con l’evolversi progressivo della ricerca artistica alla descrizione fisionomica del soggetto si è affiancata anche quella psicologica. Pertanto il ritratto, nei secoli, è diventato anche un mezzo d’indagine introspettiva sul soggetto, sul suo carattere e il suo stato d’animo. Sono intervenuti, a favore di questo tipo d’indagine, i processi di astrazione portati dall’arte contemporanea.

Il dipinto fa parte di una coppia di ritratti, eseguiti da Georges Duprè, probabilmente di due coniugi. Sono oggetti di elevata fattura in cui l’artista esecutore mostra di possedere una notevole tecnica che lo rende capace di ottenere una totale resa naturalistica dei soggetti e una dettagliata precisione fisionomica, quasi fotografica. L’artista è totalmente fedele ad una resa oggettiva del ritratto del quale riporta con accuratezza ogni dettaglio, soprattutto del volto. Nei soggetti troviamo un certo contegno da posa studiata, tuttavia si può affermare che la loro descrizione sia sostanzialmente realistica. Ciò va inteso nel senso che, da parte dell’autore delle opere, non vi è alcun intento di idealizzazione. I volti sono rappresentati così come sono con i loro tratti somatici ed i segni del tempo. In questo modo le opere si caricano di un forte valore espressivo, confermandosi oggetti di straordinaria fattura. Le figure appaiono a mezzo busto rivelando anche la loro volumetria che viene accentuata dal pittore caricando i personaggi ritratti di una certa maestosità. A livello formale si può constatare come Duprè propenda per una illuminazione soffusa dei soggetti, che vengono fatti emergere gradatamente dallo sfondo oscuro. In questo modo essi si fondono con estrema naturalezza nello spazio pittorico, anche grazie alla tecnica delicatamente sfumata del pittore. Ciò non compromette il complessivo carattere realistico delle due opere, in quanto vengono messe in risalto le veritiere fisionomie e, con precisione che si può definire fiamminga, risalta l’accuratezza nella descrizione del vestiario e degli accessori.

Georges Duprè è stato un pittore francese del XIX secolo. Originario della città di Lione nacque nel 1807 e scomparve nel 1853. Fu un pittore di ambiente accademico che si dedicò soprattutto ad una produzione di genere con un alto senso classico del fare pittorico e con una tecnica straordinaria. Lo possiamo constatare dall’analisi di questa opera nella quale l’abbigliamento, l’acconciatura, ma soprattutto il contegno del personaggio, il quale appare in maniera ordinaria, senza nessuna volontà di contestualizzazione morale o psicologica, indicano questo dipinto come un prodotto della ritrattistica ufficiale di pregevolissima fattura.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440