Giancarlo Cazzaniga – Paesaggio

Giancarlo Cazzaniga – Paesaggio

Cazzaniga Giancarlo

Il soggetto del paesaggio urbano è già presente in epoca Medievale e Moderna, ma prevalentemente in maniera idealizzata. Le scene di vita cittadina diventano temi tipici con un’interpretazione più verosimile a partire dal XIX secolo. Ricordiamo come subito dopo le correnti realiste dell’Ottocento anche gli impressionisti diedero molta rilevanza al quotidiano, alla vita di tutti […]

  • Tecnica: Acquaforte
  • Dimensione: 40x30

  • Codice prodotto: dlof002

Visualizzazioni 306

DESCRIZIONE

Il soggetto del paesaggio urbano è già presente in epoca Medievale e Moderna, ma prevalentemente in maniera idealizzata. Le scene di vita cittadina diventano temi tipici con un’interpretazione più verosimile a partire dal XIX secolo. Ricordiamo come subito dopo le correnti realiste dell’Ottocento anche gli impressionisti diedero molta rilevanza al quotidiano, alla vita di tutti i giorni, con una certa predilezione, però, verso la frenesia della città, la folla, il traffico e ambientazioni tipicamente borghesi. L’opera in oggetto fa parte di una serie di incisioni di Giancarlo Cazzaniga, in cui nella veduta cittadina prevale invece l’aspetto del quotidiano, del realismo schietto e sincero della vita di tutti i giorni in una dimensione urbana periferica. La presenza umana non viene contemplata e l’artista lascia parlare gli edifici e gli oggetti, protagonisti di una narrazione diretta e senza filtri di idealizzazione.

In questa serie di incisioni a tema urbano lo stile dell’artista Giancarlo Cazzaniga presenta una perfetta fusione tra realismo e una delicata resa impressionistica dei dati sensibili. Infatti da una parte l’artista procede ad una precisa descrizione della veduta in tutti i suoi particolari con un forte senso della realtà cittadina e del quotidiano di un vissuto semplice. Dall’altra la sua raffinata tecnica incisoria gli permette di trasferire sulla composizione un senso di immediatezza, grazie ad un tratto fremente, carico di vibrazioni atmosferiche ma anche esistenziali. La luce così si riverbera sugli oggetti, ma senza interferire con la descrizione puntuale della realtà e l’artista può modulare, con grande naturalezza, le ombre e le luci. Il realismo sincero di Giancarlo Cazzaniga si esprime anche nella scelta di una struttura compositiva fatta di linee nette, nelle diagonali che fuggono verso destra o sinistra e che rivelano, da parte dell’artista, un attento studio della realtà ed uno spirito molto razionale. Anche nel monocromo dell’acquaforte l’artista riesce ad esprimere un lirismo, delicato e profondo allo stesso tempo, dello scenario urbano di una periferia intrisa di quotidianità.

Giancarlo Cazzaniga è nato a Monza nel 1930 ed è scomparso nel 2013. Con tenacia e incoraggiamento del padre, si dedica agli studi di pittura. Nel 1950 a Milano, frequenta l’Accademia d’Arte Cimabue e intesse i primi incontri formativi. L’amicizia col giornalista e critico d’arte Aurelio Sioli lo introduce alla famosa latteria delle sorelle Pirovini, in via Fiori Chiari e all’ambiente artistico che lì si ritrova. Inizia la frequentazione del clima di Brera, la partecipazione al dibattito culturale, la consuetudine con i protagonisti di quella tensione culturale definita poi Realismo Esistenziale. Esordisce negli anni ’50, partecipando a rassegne pubbliche e tematiche, allestendo poi la prima mostra personale, nel 1957, a Brescia. Espone a Milano, alla Permanente, nel 1958, invitato alla mostra “Giovani Artisti Italiani” e, nel 1959, ancora a Milano, vince il Premio San Fedele. Negli anni ’60 è invitato alla Biennale di Venezia e alla Quadriennale di Roma.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2023 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447