Giancarlo Savino – Senza titolo

Giancarlo Savino – Senza titolo

Savino Giancarlo

  • Tecnica: Acquerello su carta
  • Dimensione: 34x28

  • Certificato: non presente
  • Codice prodotto: MCAP002

Visualizzazioni 472

DESCRIZIONE

L’opera si rifà ad un linguaggio estetico informale. La devastazione portata dalla Seconda Guerra Mondiale lasciò un segno profondo nella civiltà occidentale che nelle arti visive si risolse anche in un’impossibilità di comunicare. Tale problematica per alcuni artisti sfociò in un rifiuto totale di qualsiasi linguaggio visivo che si tradusse nella nascita dell’Informale. Le varie correnti informali sono certo collegate all’Espressionismo Astratto americano, soprattutto per quanto riguarda la componente gestuale, ma si spingono oltre per quanto concerne il rifiuto di qualsiasi elemento figurativo, anche geometrico. La loro ricerca si spinge piuttosto verso la materia con cui compongono le loro opere. Il complesso linguaggio dell’artista Giancarlo Savino, aperto ad ogni tipo di sperimentazione, non rifiuta del tutto la figurazione (infatti spesso il corpo umano è ravvisabile nelle sue composizioni) ma tutto viene inserito in un contesto dove assoluto protagonista è il gesto del pittore in un linguaggio dal forte ermetismo che conferma l’appartenenzza ad un’estetica informale.

Come possiamo constatare anche nelle sue opere ad acquerello il gesto è assoluto protagonista del fare pittorico di Giancarlo Savino. Nelle sue composizioni viene a definirsi una dimensione che sfugge a qualsiasi regola spazio temporale, tanto da poterla definire surreale. Le immagini, anche quelle riconducibili ad un linguaggio figurativo, entrano a far parte di un sistema di segni pittorici che trasfigurano sull’opera la visione interiore dell’artista. Da qui, dunque, la complessità della stesura pittorica che nelle opere ad acquerello o a pastello assume, tuttavia, un carattere di leggerezza. Il segno si fa, infatti, più minimale e calligrafico, rispetto alla forza espressionista di altri lavori dell’artista napoletano.

Giancarlo Savino, napoletano di nascita, romano di adozione, vive e lavora a Roma dal 1996. Comincia giovanissimo la sua attività artistica che, oltre alla pittura, si manifesta attraverso la musica, la poesia, il teatro e la scultura. Tra le numerose gallerie e i Musei in cui ha esposto i propri lavori segnaliamo: KunstHalle di Berna – Palazzo delle Esposizioni di Roma – Palazzo dei Sette di Orvieto – Museo Canonica di Roma a cura dell’Ass. Galleristi italiani – 54° Biennale di Venezia – Palazzo delle Esposizioni di Torino (Sala Nervi) – Gallery of Art Temple University Rome. Pubblica un libro di acquerelli intitolato “Frame Cafè” (Ed. Electa) accompagnato da un inedito racconto di Antonio Tabucchi. Nel 2013 vince il primo premio nella sez. Artisti Italiani al Premio Internazionale “Limen”. È presente in: “Storia dell’Arte italiana del ‘900” a cura di G. di Genova; “Racconti con Figure” di Antonio Tabucchi; “Storia d’Italia” (Ed. Einaudi) volume V degli Annali (Il Paesaggio); “Quale avanguardia? Arte a Napoli nella seconda metà del ‘900” saggio a cura di Vitaliano Corbi. Le sue opere sono in collezioni pubbliche e private.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447