Gianrodolfo D’Accardi – Passeggiata nel bosco

Gianrodolfo D’Accardi – Passeggiata nel bosco

D'Accardi Gianrodolfo

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 50x60

  • Codice prodotto: CMOL001

Visualizzazioni 178

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata una delle maggiori aspirazioni per gli artisti di ogni epoca. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo. Nella produzione artistica dell’artista di origine siciliana Gianrodolfo D’Accardi il paesaggio è spesso protagonista: infatti la presenza umana, quando c’è, risulta sempre minimale. Il paesaggio, in D’Accardi, viene usato come spunto e soggetto di ricerca per sviluppare un linguaggio fortemente espressionista.

L’opera è un chiaro esempio di paesaggio espressionista. La realtà viene interpretata in modo estremamente sintetico, con un esercizio di riduzione quasi brutale. La superficie è completamente bidimensionale, senza concedere nulla alla profondità spaziale. Le pennellate delineano le forme in maniera molto tormentata e nervosa. Il colore è usato secondo un’interpretazione emotiva e spirituale, senza alcuna connessione con la realtà. Entrando ancora di più nello specifico di questa “Passeggiata nel bosco” possiamo constatare come D’Accardi descriva la vegetazione con una serie di segni pittorici quasi gestuali, verticali o diagonali. La stesura del colore è densa e materica. Nella composizione prevale in maniera massiccia un verde dai toni molto accesi mentre i segni della presenza umana, con un netto contrasto, si colorano di bianco.

Gianrodolfo D’Accardi è nato a Palermo nel 1906 ed è scomparso a Varese nel 1993. La sua carriera artistica inizia quando la sua famiglia si trasferisce a Milano nel 1925. Qui egli comincia ad esporre le sue opere ed a riscuotere i primi successi di pubblico e di critica. Alcuni suoi lavori vengono acquistati dalla Galleria d’Arte Moderna. Le sue opere sono state esposte in numerose ed importanti mostre anche all’estero, in città come Washington, New York, Parigi e Lugano. Ha partecipato a varie edizioni della Quadriennale di Roma ed alla Biennale di Venezia nel 1948. Una sua opera è esposta a Milano a Palazzo Sormani. L’opera “La fuga in Egitto” appartiene alla collezione della Fondazione Cariplo.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440