Giorgio Baitello – Madonna con paesaggio

Giorgio Baitello – Madonna con paesaggio

Baitello Giorgio

Probabilmente il soggetto della Madonna è una delle iconografie più popolari in tutta la storia dell’arte sia occidentale che orientale, molto più spesso rappresentata con il motivo iconografico della Madonna col Bambino. La Madonna compare fin dagli albori della pittura medievale e rimane un soggetto costante finchè i temi religiosi sono stati prevalenti nella produzione […]

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 55x42
  • Anno: 1934

  • Stato di conservazione: Ottimo
  • Codice prodotto: PVEZ001

Visualizzazioni 511

DESCRIZIONE

Probabilmente il soggetto della Madonna è una delle iconografie più popolari in tutta la storia dell’arte sia occidentale che orientale, molto più spesso rappresentata con il motivo iconografico della Madonna col Bambino. La Madonna compare fin dagli albori della pittura medievale e rimane un soggetto costante finchè i temi religiosi sono stati prevalenti nella produzione artistica (ovvero fino al XIX secolo quando cominciarono ad essere introdotte tematiche ispirate al vivere quotidiano).

Come si può vedere da questa opera Giorgio Baitello subisce il fascino di un certo arcaismo nell’elaborazione del suo linguaggio artistico. A parte il motivo iconografico che si richiama apertamente a delle immagini trecentesche o quattrocentesche anche l’interpretazione del soggetto si rifà alla pittura di quel periodo. In particolare si può notare come le proporzioni della Madonna siano allungate, come se fosse stata recuperata da un affresco tardo gotico. L’interpretazione personale dell’artista interviene a ricontestualizzare l’immagine con una sensibilità contemporanea che rende i volumi del soggetto e del paesaggio tendenzialmente geometrici.

Giorgio Baitello è nato a Venezia nel 1908. Si è formato dapprima presso lo zio Guido Cadorin poi, a Torino, con Felice Casorati. Pittore e ceramista, nel 1938 diviene preside del Regio Istituto d’Arte per la Ceramica di Castelli. Negli anni ’40 partecipa alle triennali d’arte di Milano e alla Mostra Internazionale d’Arte e Ceramica a Parigi. Nel 1953 dirige la Scuola d’Arte di Avellino e nel 1956 l’Istituto d’Arte di Sesto Fiorentino. Infine è direttore dell’Istituto d’Arte di Chieti, città dove apre la “Baitello ceramiche” insieme al fratello Marino. Muore a Pescara nel 1995.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440