Giorgio De Chirico – Le muse inquietanti

Giorgio De Chirico – Le muse inquietanti

De Chirico Giorgio

Questo tipo di soggetto può essere classificato nell’ambito di un’estetica metafisica. Il movimento artistico fondato da Giorgio De Chirico recupera immagini già esistenti, usuali, nell’immaginario collettivo. Ma provoca un effetto di straniamento tramite il processo di spostamento, ovvero l’apparizione improvvisa di un oggetto fuori dal suo contesto abituale, o la condensazione, la fusione di più […]

  • Tecnica: Serigrafia su carta
  • Dimensione: 50x70
  • Anno: XX Secolo

  • Stato di conservazione: Ottimo
  • Tiratura: 25/200
  • Codice prodotto: PSAV011

Visualizzazioni 1198

DESCRIZIONE

Questo tipo di soggetto può essere classificato nell’ambito di un’estetica metafisica. Il movimento artistico fondato da Giorgio De Chirico recupera immagini già esistenti, usuali, nell’immaginario collettivo. Ma provoca un effetto di straniamento tramite il processo di spostamento, ovvero l’apparizione improvvisa di un oggetto fuori dal suo contesto abituale, o la condensazione, la fusione di più oggetti in un’unica entità. La Metafisica si distingue anche per il carattere ostentatamente illusorio delle sue immagini. L’opera riproduce uno dei soggetti più famosi di Giorgio de Chirico quello delle Muse Inquietanti, la cui versione originale venne realizzata tra il 1917 e il 1919.

La serigrafia è emblematica delle scelte estetiche di Giorgio De Chirico e riporta uno dei soggetti più ricorrenti nelle sue opere, ovvero i manichini. Si può notare come gli stessi soggetti compaiano in un ambito del tutto fuori contesto, in un paesaggio con allo sfondo un castello (il Castello Estense è un preciso riferimento a Ferrara, città in cui è nata la Metafisica). Inoltre i manichini sono posizionati su una sorta di ribalta teatrale, un pavimento in legno le cui assi seguono una prospettiva impossibile. Stesso discorso vale per l’illuminazione, tipica di De Chirico, nel generare ombre che non corrispondono assolutamente alla realtà. Anche nell’opera grafica De Chirico propende per un uno stile molto oggettivo e asciutto, il quale tende a mettere in risalto le figure ed esaltare il loro carattere enigmatico e illusorio.

Giorgio De Chirico, nato a Volo in Grecia nel 1888 è scomparso a Roma nel 1978. E’ il fondatore della pittura Metafisica. De Chirico recupera immagini già esistenti, usuali,nell’immaginario collettivo. Ma provoca un effetto di straniamento tramite il processo di spostamento, ovvero l’apparizione improvvisa di un oggetto fuori dal suo contesto abituale, o la condensazione, la fusione di più oggetti in un’unica entità. La Metafisica si caratterizza anche per il carattere illusorio delle sue immagini.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440