Copia d’autore – Piazza d’Italia

Copia d’autore – Piazza d’Italia

Il soggetto del paesaggio urbano è già presente in epoca Medievale e Moderna, ma prevalentemente in maniera idealizzata. Le scene di vita cittadina diventano temi tipici con un’interpretazione più verosimile a partire dal XIX secolo. Ricordiamo come subito dopo le correnti realiste dell’Ottocento anche gli impressionisti diedero molta rilevanza al quotidiano, alla vita di tutti […]

  • Dimensione: 65x50

  • Codice prodotto: MGIA001

Visualizzazioni 301

DESCRIZIONE

Il soggetto del paesaggio urbano è già presente in epoca Medievale e Moderna, ma prevalentemente in maniera idealizzata. Le scene di vita cittadina diventano temi tipici con un’interpretazione più verosimile a partire dal XIX secolo. Ricordiamo come subito dopo le correnti realiste dell’Ottocento anche gli impressionisti diedero molta rilevanza al quotidiano, alla vita di tutti i giorni, con un certa predilezione, però, verso la frenesia della città, la folla, il traffico e ambientazioni tipicamente borghesi. L’opera fa parte della famose Piazze d’Italia di Giorgio De Chirico, una serie nelle quali il maestro della Metafisica ha dato vita a scenari urbani sospesi in una dimensione immobile e senza tempo.

Le piazze italiane di De Chirico concentrano nella loro immagine l’essenza stessa della Metafisica e tutti i suoi punti cardine. Innanzitutto quel discostamento dalla realtà, in una dimensione in cui l’impossibile diventa plausibile. In questo senso sono emblematici gli artifici illusionistici che De Chirico usa in un’opera come questa, come le prospettive impossibili e i giochi di ombre irreali. Gli edifici che compaiono nelle piazze derivano da un gusto citazionista che è tipico della metafisica, e che porta De Chirico, in queste opere, ad inserire elementi architettonici tipici della tradizione italiana. È piuttosto la loro disposizione e la loro combinazione a dare luogo a quella dimensione enigmatica e misteriosa tipicamente metafisica. Infine, dal punto di vista formale, il carattere volutamente illusorio di questo spazio viene ribadito dallo stile di De Chirico oggettivo ed asciutto.

Giorgio De Chirico, nato a Volo in Grecia nel 1888 è scomparso a Roma nel 1978. E’ il fondatore della pittura Metafisica. De Chirico recupera immagini già esistenti, usuali, nell’immaginario collettivo. Ma provoca un effetto di straniamento tramite il processo di spostamento, ovvero l’apparizione improvvisa di un oggetto fuori dal suo contesto abituale, o la condensazione, la fusione di più oggetti in un’unica entità. La Metafisica si caratterizza anche per il carattere illusorio delle sue immagini.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447