Giovan Francesco Gonzaga – Senza titolo

Giovan Francesco Gonzaga – Senza titolo

Gonzaga Giovan Francesco

Da sempre la figura umana è stata al centro della ricerca artistica. Fin dall’età classica la resa naturalistica dell’anatomia umana è stata uno degli obiettivi principali di pittori e scultori di tutti tempi. La rappresentazione del nudo è la massima espressione di questa aspirazione, trasversale a tutte le epoche e a tutte le correnti stilistiche. […]

  • Tecnica: Grafica su tela

  • Tiratura: Esemplare 89/250
  • Codice prodotto: MMAN001

Visualizzazioni 416

DESCRIZIONE

Da sempre la figura umana è stata al centro della ricerca artistica. Fin dall’età classica la resa naturalistica dell’anatomia umana è stata uno degli obiettivi principali di pittori e scultori di tutti tempi. La rappresentazione del nudo è la massima espressione di questa aspirazione, trasversale a tutte le epoche e a tutte le correnti stilistiche. Infatti oltre alle interpretazioni naturalistiche, proprie del Rinascimento e dei vari classicismi, che mirano ad una rappresentazione veritiera e dettagliata del corpo umano, il nudo è stato protagonista anche all’interno delle nuove concezioni estetiche portate dalle avanguardie storiche, come nel Cubismo, nell’Espressionismo e nel Surrealismo.

Nell’interpretazione del nudo da parte di Giovan Francesco Gonzaga risulta innanzitutto fondamentale il disegno, il quale va a delineare con armonia ed equilibrio le forme e soprattutto va ad esaltare i valori plastici. I volumi del soggetto infatti vengono messi in risalto anche attraverso uno stile quasi iperrealista, che rifugge da pittoricismi o atmosferismi troppo accentuati. I volumi lucidi e compatti del nudo, di conseguenza, sono immersi totalmente in una luce diffusa e oggettivante. Cosa che tuttavia non impedisce all’artista di dare vita ad un vivace e suggestivo gioco di luci, di riflessi e di ombre. Il colore si attesta su tonalità calde e brune che unificano la superficie pittorica in una tonalità predominante.

Giovan Francesco Gonzaga, nato a Milano nel 1921 e scomparso nel 2007. Le sue origini sono collegate ad un ramo cadetto della famiglia mantovana. Pittore essenzialmente figurativo, ha dedicato gran parte della sua carriera allo studio ed alla ricerca sui soggetti equestri. Lo scopo di Gonzaga è quello di comunicare la nobiltà dell’animale e del cavaliere, ma anche il loro slancio dinamico, la loro energia. Per questo ha interpretato il suo figurativismo con elementi più espressionistici.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447