Giuliano Ghelli – Stanza fertile

Giuliano Ghelli – Stanza fertile

Ghelli Giuliano

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 50x40
  • Anno: 1990

  • Certificato: si
  • Codice prodotto: SANG001

Visualizzazioni 263

DESCRIZIONE

Giuliano Ghelli ha una pittura che travalica l’aspetto surrealista – pop. La sua ricerca parte dell’arte Informale e dall’Astrattismo geometrico, per poi approdare alla matrice surrealista, in contrasto alle references pop. Il Surrealismo, in Ghelli si ritrova nella libertà creativa, nella ribellione contro le convezioni artistico-sociali e questo è facilmente visibile nell’opera “Stanza fertile”, dove già nel titolo si ha un rimando all’atto dell’ovulo fecondato dallo spermatozoo. Inoltre, l’automatismo psichico, altra sfaccettatura del movimento surrealista che comprende la rappresentazione dei propri pensieri inconsci senza controllo razionale, si può ben ritrovare all’interno della pittura di Ghelli, ove l’uso stilistico della pop art, accesso e divertente con colori sgargianti, fa ben trasparire il messaggio inteso dal pittore. Nato a cavallo tra gli anni 50’ e 60’ questo movimento ha avuto largo respiro non sono in campo artistico ma anche culturale. L’espressione artistica della pop art si riflette in alcune caratteristiche come la riproduzione in ordine seriale di icone popolari come fumetti, pubblicità, oggetti di consumo e celebrità come soggetti delle loro opere, seguito da un uso audace del colore e della forma al fine di enfatizzare il loro impatto visivo.

Le due realtà che coesistono, Pop art e Surrealismo, all’interno dei dipinti di Ghelli, trova una forte caratterizzazione nel disegno e nell’uso compatto del colore. Nel contesto del dipinto quello che emerge è una decisa consapevolezza della profondità pittorica, ricreando all’interno dello spazio iscritto nella cornice quello che sembra essere una scatola vista dall’altro, che si svuota dal suo significato trovando una rappresentazione ai confini del favoloso, con soggetti disparati che fanno parte di un’altra realtà. La dinamica pittorica, che guarda al movimento degli elementi della tela, dona interesse ai temi trattati. Il colore punta sul suo essere compatto e senza tendenze chiaroscurali, che anzi rafforza il disegno.

 Nato a Firenze nel 1944, l’artista Giuliano Ghelli autodidatta, cominciò a frequentare la Galleria di Fiamma Vigo. Artisti e pittori che frequentò influenzarono il suo approccio pittorico. Dieci anni dopo l’incontro con Marcello Secci permise all’artista di dipingere a tempo pieno. Anche l’incontro con la nota storica dell’arte Lara-Vinca Masini gli permise di pubblicare un piccolo volume il “Portapaesaggi” nel 1974. Da questo momento l’artista avrà risonanza a livello europeo ed internazionale portandolo sulla scena di Roma con la Quadriennale d’arte nazionale di Roma, e la prima di tre mostre personali a New York. Nel 1989 fu nominato dalla Lara-Vinca Masini nel secondo volume di Arte Contemporanea: La linea dell’Unicità, nel capitolo sulla Pop Art in Europa.  Sempre negli anni ’80 una stretta amicizia con il collezionista Giulio Baruffaldi e il fotografo d’arte Stefano Giraldi fu fonte di nuovi contatti nel mondo della cultura e dell’industria. La sua carriera artistica si afferma sempre più sino al 1995 Ghelli completò la sua prima commissione importante, sempre su temi meccanici: venti tele di grande formato per l’allora nuova sede di Mercedes-Benz Italia a Roma, per poi creare agli inizi del 2000 una serie di manichini dipinti per la Camera Nazionale della Moda (Premio Milano per la Moda 2002, 2003 e 2004), un’esemplare unico della nuova Fiat 500 presentato nel 2008 a Tokyo e nel 2009 l’incarico dal Comune di Siena di dipingere il drappellone del Palio dell’Assunta. Nel 2013 Ghelli fu riconosciuto con il Gonfalone d’Argento dal Consiglio Regionale della Toscana e con l’Onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal presidente della repubblica Giorgio Napolitano.

 


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447