Giuseppe Giorgi – Giardino in città

Giuseppe Giorgi – Giardino in città

Giorgi Giuseppe

  • Tecnica: Serigrafia polimaterica
  • Dimensione: 45x60
  • Anno: 2004

  • Certificato: si
  • Tiratura: Esemplare 42/99
  • Codice prodotto: GLOM005

Visualizzazioni 555

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata una delle maggiori aspirazioni per gli artisti di ogni epoca. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo. Nelle opere di Giuseppe Giorgi il soggetto è sempre costituito da un paesaggio dove i fiori ed i loro colori sono protagonisti. Questo tipo di veduta floreale permette all’artista di dare libero sfogo a tutto il proprio estro cromatico in una composizione in cui un registro stilistico di tipo impressionistico viene portato alle estreme conseguenze.

Sia nell’opera pittorica che in quella incisoria possiamo notare lo straordinario valore tecnico del fare artistico di Giuseppe Giorgi. Nelle sue opere tutta la struttura è determinata da un complicatissimo tratteggio che dà forma alle cose, crea i volumi, misura lo spazio. Il risultato è una composizione che, oltre a mostrare una grande perizia dal punto di vista del disegno, individua le vibrazioni della luce sugli oggetti e la loro interazione nell’atmosfera. Tuttavia la caratteristica principale nelle opere di Giuseppe Giorgi, sia che si tratti di pittura o di incisioni, è il ruolo da protagonista che viene assunto dal colore. Infatti la ricerca del pittore è stata sempre focalizzata sullo sviluppo di una policromia preziosa, brillante e piena di luce.

Giuseppe Giorgi (Borbona, 1950). Nel 1974, la Galleria la Barcaccia di Roma gli allestisce una mostra personale e partecipa alla Quadriennale nazionale d’arte del 1975. Alla fine degli anni settanta compie numerosi viaggi nell’Europa del nord subendo le influenze artistiche dei grandi impressionisti. Negli anni ottanta svolge un’intensa attività espositiva: personali in gallerie di Catania, Bolzano, Siena, Merano e Firenze; una mostra che si sposta da Düsseldorf a Basilea; varie edizioni della Expo Arte di Bari, partecipazioni a fiere internazionali come l’Expo di New York. Con la mostra tenutasi da Mitsukoschi a Tokyo (1989), inizia un intenso rapporto con il Giappone attraverso la Galerie Sanbi che presenta alcune mostre personali e lo inserisce in varie collettive. Lo stesso anno ottiene il Premio Fatati della Città di Arrone e nel 1990 la Galleria dei Greci, in collaborazione con il Comune di Ascoli Piceno, gli allestisce una personale nell’antica Sala dei Mercatori del Palazzo Comunale.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447