Giuseppe Guzzardi – Bambina assorta con bambola

Giuseppe Guzzardi – Bambina assorta con bambola

Guzzardi Giuseppe

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 50x70

  • Codice prodotto: MFOD003

Visualizzazioni 233

DESCRIZIONE

Il ritratto è una delle più diffuse espressioni artistiche nell’ambito soprattutto della pittura, ma anche della scultura, in tutte le epoche. Il ritratto è, in primo luogo, una descrizione del soggetto rappresentato, un tentativo di riportare in modo veritiero e naturale la sua fisionomia e le sue caratteristiche individuali. Con l’evolversi progressivo della ricerca artistica alla descrizione fisionomica del soggetto si è affiancata anche quella psicologica. Pertanto il ritratto, nei secoli, è diventato anche un mezzo d’indagine introspettiva sul soggetto, sul suo carattere e il suo stato d’animo. Sono intervenuti, a favore di questo tipo d’indagine, i processi di astrazione portati dall’arte contemporanea.

Nell’esecuzione di questo dipinto Giuseppe Guzzardi dimostra di avere una notevole tecnica pittorica, tanto da permettergli una perfetta resa naturalistica di questo ritratto. Il soggetto appare con una leggera e naturalissima torsione e vi è una grande precisione e ricchezza di particolari dal punto di vista fisionomico in un ritratto essenziale che concentra tutta l’attenzione sulla personalità della bambina. Oltre che per questo grande studio del carattere, il pittore si distingue anche per una pennellata sciolta che crea una delicata morbidezza del modellato. Le forme del soggetto si fondono dolcemente con lo spazio decontestualizzato dello sfondo. Molto sapiente è l’uso della luce che esalta la consistenza plastica delle forme. La luce arriva da sinistra lasciando in penombra la zona alla nostra destra del volto. Il contegno, l’espressione semplice ed innocente, ci dicono molto del carattere esistenziale di questo dipinto, confermato anche dalla stesura pittorica, dinamica, vibrante di vitalità.

Giuseppe Guzzardi (Adrano 1845-Firenze 1914). Giovanissimo, ebbe un premio d’incoraggiamento dal Municipio del paese natale. Frequentò l’Accademia di Firenze risentendo l’influenza del Ciseri. Nel 1876 esordì all’accademia delle Belle Arti di Firenze con la Vergine sul Golgota. Dipinse altri quadri di soggetto agiografico, seguendo da vicino il maestro. Ben presto si distolse da quella scuola, per seguire una sua via. Nel 1877 espose alla Promotrice Idillio campestre, che fu subito acquistato dalla Galleria Borg de Balzan di Firenze. Per accontentare le numerose richieste che gli venivano da ogni parte, l’artista dovette ripetere ben 14 volte il soggetto del quadro. Sue opere presso GAM(Melbourne),Chiesa Madre(Adrano). Nella Chiesa Madre ad Adrano(CT),nella cappella del Sacro Cuore,sono visibili le opere La Maddalena e l’Apparizione di Cristo.Degne di menzione le manifestazioni artistiche in onore di Giuseppe Guzzardi (Adrano,20-31 Ottobre 1985).


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447