Giuseppe Torre – Il pensatore

Giuseppe Torre – Il pensatore

Torre Giuseppe

  • Tecnica: Acrilico su tela
  • Dimensione: 50x35

  • Certificato: Union Art Management
  • Codice prodotto: MROS001

Visualizzazioni 228

DESCRIZIONE

Questo tipo di soggetto può essere classificato nell’ambito di un’estetica metafisica. Il movimento artistico fondato da Giorgio De Chirico si fonda sul recupero di immagini già esistenti, usuali nell’immaginario collettivo, ma provoca un effetto di straniamento tramite il processo di spostamento (ovvero l’apparizione improvvisa di un oggetto fuori dal suo contesto abituale), o la condensazione (la fusione di più oggetti in un’unica entità). La Metafisica si distingue anche per il carattere ostentatamente illusorio delle sue immagini. Nello specifico in questa opera l’artista Giuseppe Torre prende ispirazione dalla famosa scultura “Il pensatore” di August Rodin effettuandone una rielaborazione in chiave metafisica e razionalistica.

L’artista Giuseppe Torre è autore di un filone di opere che prende spunto dalla Metafisica di De Chirico ed anche dalla ricerca di Marc Kostabi. I manichini, che nel maestro di origine greca, erano ancora oggetti protagonisti di apparizioni enigmatiche e misteriose, prendono vita, andando a popolare un mondo che appartiene solo ad essi. La differenza da De Chirico si misura anche sul piano formale, nel momento in cui Torre, come Kostabi, opta per un iperrealismo più plastico, diversamente illusorio da quello della metafisica tradizionale. La materia che genera i manichini di Torre è pietrificata, più lucida e illuminata da una luce piena che gli fa emettere bagliori opalescenti. In questa opera, inoltre, l’artista crea un’ambientazione più surreale, in uno spazio contestualizzato solo dalla simbologia dei numeri e da un razionalismo geometrico.

Giuseppe Torre è un artista originario di San Giorgio a Cremano, dove è nato nel 1956. Dapprima avviato a studi tecnici abbandona questo settore per dedicarsi alla fotografia ed alla sua grande passione, la pittura. Di formazione autodidatta ha sperimentato vari stili e tendenze, approdando finalmente all’iperrealismo, alla metafisica ed all’arte sacra. Da anni partecipa a mostre collettive e personali, regionali e nazionali, con notevole successo di pubblico e critica. Sue opere sono presenti presso il museo E. Greco di Sabaudia (LT), presso il complesso conventuale Regina dei Gigli di San Giorgio a Cremano (NA), presso la pinacoteca della Basilica di S. Alfonso a Pagani (SA), presso la Casa Vescovile di Kaahma Tanzannia, e presso numerose collezioni private.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447