Manlio Bacosi – Senza titolo

Manlio Bacosi – Senza titolo

Bacosi Manlio

  • Tecnica: prova acquerellata a mano
  • Dimensione: 60x80

  • Codice prodotto: MCIU001

Visualizzazioni 397

DESCRIZIONE

Il ritratto è una delle più diffuse espressioni artistiche nell’ambito soprattutto della pittura, ma anche della scultura, in tutte le epoche. Il ritratto è, in primo luogo, una descrizione del soggetto rappresentato, un tentativo di riportare in modo veritiero e naturale la sua fisionomia e le sue caratteristiche individuali. Con l’evolversi progressivo della ricerca artistica alla descrizione fisionomica del soggetto si è affiancata anche quella psicologica. Pertanto il ritratto, nei secoli, è diventato anche un mezzo d’indagine introspettiva sul soggetto, sul suo carattere e il suo stato d’animo. Sono intervenuti, a favore di questo tipo d’indagine, i processi di astrazione portati dall’arte contemporanea.

L’opera fa parte di una serie di “prove d’artista” in cui Manlio Bacosi ha effettuato una ricerca sulla sua tecnica disegnativa, impreziosite dall’intervento acquerellato a mano. Questo ci permette di apprezzare un Bacosi più aderente alla realtà ed ai valori formali, rispetto alla sua più consueta produzione astratta. La composizione così arriva ad ottenere una forte resa del soggetto (sia che si tratti della figura umana o di un vaso di fiori) anche tramite il semplice mezzo formale della linea grafica. Infatti all’artista basta un semplice segno, sciolto e sinuoso, per trasferire sul foglio la pienezza dei volumi ed esaltare plasticamente le figure. In alcune zone vengono aggiunte leggere sfumature di colore diluito per aumentare la sensazione di morbidezza. Differentemente dalla maggior parte della produzione di Bacosi in queste prove manca la consueta caratterizzazione astratta e onirica, presentando piuttosto dei tratti da raffinatissimo illustratore.

Manlio Bacosi è stato un pittore originario di Perugia, nato nel 1921 e scomparso nel 1998. La sua formazione è avvenuta sotto la guida di Leo Ravazzi e Gerardo Dottori. A partire dal 1947 è stato protagonista di numerose mostre non solo in Italia ma anche all’estero. Tra le più importanti citiamo l’antologica del 1972 a Todi e le personali a Recanati per le Manifestazioni Leopardiane e a Montecatini nel 1975.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447