Marco Zambrelli – Estate

Marco Zambrelli – Estate

Zambrelli Marco

  • Tecnica: Ceramolle e acquatinta
  • Dimensione: 50x70
  • Anno: 1984

  • Certificato: si
  • Tiratura: Esemplare 56/75
  • Codice prodotto: FBAD002

Visualizzazioni 233

DESCRIZIONE

Il genere della “Natura Morta” vede la luce agli inizi del XVII secolo. Consiste nella rappresentazione di composizioni di soggetti inanimati, nella maggior parte dei casi fiori o frutta. Se all’inizio della sua storia era un’occasione per i pittori per cimentarsi in una riproduzione fotografica della realtà, con l’arte contemporanea la “Natura Morta” diventa anche un modo di interpretare la realtà, come per i cubisti o Giorgio Morandi. L’opera fa parte di una serie di quattro incisioni, realizzate da Marco Zambrelli per celebrare le quattro stagioni.

La produzione artistica di Marco Zambrelli ci rivela una personalità affermata con un linguaggio chiaro e preciso. Siamo, infatti, al cospetto di un pittore che fonda tutta la sua estetica sull’armonia e l’equilibrio, sia dal punto di vista formale che da quello del colore. Zambrelli insegue la realtà e la vuole bloccare in un attimo eterno di perfezione sospeso nel tempo. Per questo motivo le sue composizioni sono sempre calibrate, impostate in maniera razionale. Lo spazio è costruito spesso su una rigorosa prospettiva. All’interno di questa scatola spaziale gli oggetti compaiono nelle loro volumetrie solide e compatte. Interviene, a questo scopo, una solida struttura disegnativa. Su questa stabile impalcatura interviene il colore che solitamente si stende in maniera compatta, proprio con l’intento di fermare il soggetto in un istante eterno. Un atteggiamento molto oggettivante, dunque, che non cede a pittoricismi troppo eccessivi e che lascia, invece, che le cromie si palesino nette nelle loro tonalità brillanti. La luce allora può propagarsi chiara e tersa, disponendo dei suggestivi tagli di ombre diagonali.

Marco Zambrelli è nato a Busto Arsizio (VA) nel 1947. Dopo il Liceo Artistico frequenta per alcuni anni la facoltà di Architettura al Politecnico di Milano e l’Accademia di Brera con Gianfilippo Usellini, completerà gli studi più tardi con Luciano Caramel e Alik Cavaliere. La ricerca continua sul colore dell’artista Zambrelli, applicata nell’incisione, lo occupa totalmente e il suo rigore ostinato, quasi maniacale, pari solo alla passione per la poesia della natura, lo porta a “fondare le categorie di una nuova tecnica particolare”. L’artista è principalmente un paesaggista, con una capacità straordinaria di rendere l’atmosfera dei contesti naturali rappresentati. Lo storico dell’arte Paolo Bellini ha enfatizzato la tecnica pionieristica di Zambrelli nel catalogo in cui presenta il pittore, in occasione di alcune mostre degli anni Novanta: al Torchio di Porta Romana di Milano, alla Galleria Ghiggini di Varese e nelle Edizioni della Galleria Spirale di Milano.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447