Mario Rocca – Senza titolo

Mario Rocca – Senza titolo

Rocca Mario

  • Tecnica: Litografia
  • Dimensione: 35x50

  • Tiratura: 5/20
  • Codice prodotto: PPER001

Visualizzazioni 125

DESCRIZIONE

L’opera è una composizione di genere astratto. Astrarre deriva dal termine latino “Abstrahere” che vuol dire estrarre, tirare fuori. Il procedimento di astrazione, infatti, consiste nell’eliminare gli aspetti particolari e individuali di un oggetto per ricavarne un concetto universale. Da Kandiskij a Mondrian, da Pollock a Mirò molti pittori hanno spinto al massimo il processo di astrazione nelle loro opere creando, paradossalmente, forme pure e colori puri che non esistono in natura o traducendo in immagini le loro emozioni e la loro istintualità. Il processo di astrazione dalla realtà intrapreso da Mario Rocca, tuttavia, non si rifà a questi esempi illustri, poiché la sua ricostruzione del mondo non avviene tramite una visione geometrica. Infatti il suo stile è fondato su quella che potremmo definire un’interpretazione gestuale del plasticismo. Infatti il senso plastico è ciò maggiormente viene fuori dalla opere dell’artista di Chiavari, ma in una esecuzione che ha molto a che fare con i procedimenti dell’Espressionismo Astratto.

Rispetto alla produzione su cavalletto di Mario Rocca possiamo notare come in questa litografia il senso plastico tipico di questo artista venga posto in risalto ancora di più. Lo spazio dell’opera è, senza dubbio, tridimensionale e le forme create dall’artista vi abitano disponendosi su diversi piani in una costruzione molto complessa. La complessità viene anche data dal fatto che Rocca, in una sorta di “horror vacui”, tende a riempire fino all’eccesso lo spazio, caricandolo di forme. Possiamo intuire delle immagini nella luce proveniente dalla fonte in alto destra: sullo sfondo ci sono architetture curvilinee e soggetti dalla sembianze antropomorfe si muovono in primo piano. Ma per Rocca non è importante la chiarezza della scena, quanto le possibilità di sviluppo formale che essa gli può dare. I soggetti hanno una struttura plastica fortemente rilevata, la loro materia è concreta, arrivando quasi ad un bioformismo iperrealistico. Il fatto rilevante è che Rocca riesce ad arrivare a questo forte plasticismo attraverso un’esecuzione di tipo gestuale, tipica dell’Informale e delle correnti espressioniste-astratte (ma di informale non possiamo parlare a pieno titolo proprio a causa della presenza di forme plasticamente rilevate).

Mario Rocca è nato a Chiavari nel 1951, città dove ancora vive e lavora. Pittore, illustratore ed incisore, da un’interpretazione naturalistica della realtà è passato progressivamente ad un processo di astrazione che lo ha portato a ricostruire il mondo per mezzo di un’esecuzione gestuale dotata di forte senso plastico. Le opere dell’artista hanno sempre riscontrato grande favore sia di critica che di pubblico e sono state esposte in diversi eventi di livello nazionale ed internazionale.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440