Michele Spatuzzi – Senza titolo

Michele Spatuzzi – Senza titolo

Spatuzzi Michele

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata una delle maggiori aspirazioni per gli artisti di ogni epoca. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con […]

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 22X32

  • Codice prodotto: ITRO009

Visualizzazioni 255

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata una delle maggiori aspirazioni per gli artisti di ogni epoca. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo.

Il linguaggio pittorico di Michele Spatuzzi si fonda su un’interpretazione molto corsiva della realtà fenomenica. La rappresentazione è affidata esclusivamente al colore con un tratto vivo e guizzante che delinea i soggetti caricandoli di vibrazioni che sono sì luminose ma, allo stesso tempo, esistenziali. Con questa sua tecnica Spatuzzi riesce a creare una pittura molto aerea e leggera, in cui il soggetto quasi si dissolve nella luce e nell’atmosfera, lasciando spazio alla gestualità concitata del pittore, attraverso la quale Spatuzzi trasfigura la sua percezione più intima delle realtà. Molto caratteristico è il tratto nero e calligrafico che si muove per arabeschi sulla superficie dell’opera. Nonché la tavolozza che propende per delle tonalità di grigi. Sono tutte queste caratteristiche che indicano, da parte di Michele Spatuzzi, una certa ispirazione a De Pisis.

Michele Spatuzzi è nato ad Avellino nel 1922 ed è scomparso a Napoli nel 2009. Ha avuto una certa fama durante gli anni ’70. Nel 1972 ha esposto presso i Campi Elisi a Parigi. Ha vinto il primo premio alla Biennale d’Arte di La Spezia e all’Accademia Italia.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447