Mimmo Fiorelli – Senza titolo

Mimmo Fiorelli – Senza titolo

Fiorelli Mimmo

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 118x118
  • Anno: 1960

  • Codice prodotto: SFAN001

Visualizzazioni 732

DESCRIZIONE

Nella storia dell’arte spesso si può fare una netta distinzione tra correnti stilistiche figurative o astratte. Quando, però, l’obiettivo di un’artista è quello di rappresentare un oggetto che abbia riscontro con la realtà fenomenica ma, allo stesso tempo, sia carico di significati reconditi e simbolici, questo confine può diventare labile. Il Simbolismo o l’Espressionismo sono correnti stilistiche emblematiche nell’aver interpretato la realtà in senso concettuale con una resa iconica delle immagini e un’interpretazione simbolica nell’uso del colore. Quello di Mimmo Fiorelli è il caso significativo di un pittore in cui l’esaltazione dei valori formali si coniuga perfettamente ad un processo di sintesi ed astrazione della figura, proprio per connotare l’opera di significati più ampi. Famose sono le sue figure di donne, rappresentate come se apparissero su schermi disturbati, percorsi da interferenze. In questo caso abbiamo un soggetto più in linea con un’estetica surrealista.

Quest’opera di Mimmo Fiorelli è davvero eccezionale sia dal punto di vista della composizione elaborata, che da quello della tecnica necessaria per realizzarla. Infatti l’idea è quella di dare vita, sulla tela, ad una massa plastica e, allo stesso tempo, manipolarla, deformarla e fonderla con lo spazio dell’opera, proprio come se fosse una materia viva. Il fare pittorico di Mimmo Fiorelli è ad un livello talmente avanzato che permette all’artista di riuscire in questa impresa. Così le figure protagoniste di questo dipinto, nonostante la loro concretezza plastica e l’evidenza dei loro volumi, quasi si mescolano in un unico organismo informale. Tale organismo si fonde pefettamente con l’atmosfera densa dell’opera disponendosi, oltretutto, in uno spazio complesso, non univoco, ma costruito secondo molteplici direttive e punti di vista. L’effetto è di grande coerenza, ma anche di dinamismo grazie all’uso di una pennellata vibrante, che riempie di vita e movimento le forme plastiche.

Mimmo Fiorelli è stato un artista, pittore, ceramista, scultore e grafico, originario di Gioia del Colle, ma la sua carriera si è svolta soprattutto a Noci. A Noci in particolare fu protagonista del 2006 e nel 2010 di due antologiche nel Palazzo Comunale e nel chiostro delle Clarisse. Ha partecipato a molte rassegne internazionali ottenendo il primo posto in rassegne di Noci, Corato, Galatina, Cisternino, Margherita di Savoia, Casamassima, Bitonto (arte sacra), Bitetto, Molta di Bari, Matera (Premio Tavole palatine) e altri importanti riconoscimenti tra cui il premio Tommaso Fiore alla carriera. Sue opere si trovano presso la Biblioteca Chagall di Nizza, Musei Vaticani, Museo delle ceramiche di Rapino, Abbazia Madonna della Scala a Noci, nel parco del Pollino, Sala Enotria a Turi, in Italia, Grecia, Francia, Svizzera, Lussemburgo, Usa. Mimmo Fiorelli è scomparso nel 2015.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447