Mirko Baricchi – Senza titolo

Mirko Baricchi – Senza titolo

Baricchi Mirko

  • Tecnica: Acrilico su tela
  • Dimensione: 50x50
  • Anno: 2001

  • Stato di conservazione: Ottimo
  • Codice prodotto: EPAC004

Visualizzazioni 297

DESCRIZIONE

Nella storia dell’arte spesso si può fare una netta distinzione tra correnti stilistiche figurative o astratte. Quando, però, l’obiettivo di un’artista è quello di rappresentare un oggetto che abbia riscontro con la realtà fenomenica ma, allo stesso tempo, sia carico di significati reconditi e simbolici, questo confine può diventare labile. Nei soggetti di Mirko Baricchi il loro legame con la realtà fenomenica è ancora evidente, ma gli stessi sono sottoposti a forzature e processi di sintesi che ne stravolgono la natura in maniera espressiva.

Il mondo di Mirko Baricchi sembra essere uscito da un libro di fiabe pieno di illustrazioni, ma l’artista è capace di forzare questa dimensione rendendola notevolmente onirica, con dei contorni estremamente suggestivi e per certi versi anche inquietanti. Ci troviamo, infatti, in un mondo rarefatto, dove la presenza vitale (di solitari pinocchi) è ridotta al minimo. I personaggi si muovono in una dimensione piena di oscurità in cui sono solo pochi sparuti bagliori di luce ad individuare i soggetti. Tutto acquisisce il carattere di una visione diafana ed istantanea. A livello formale tutto ciò si traduce in una superficie sostanzialmente bidimensionale in cui i pochi elementi riconducibili alla realtà sono sottoposti ad una sintesi estrema che li rende totalmente anonimi. Il linguaggio di Baricchi è reso ancora più personale dalla stesura del colore, dai toni bruni e ambrati, la cui complessità crea sulla superficie una patina di vissuto e di forti vibrazioni esistenziali. La composizione, infine, viene impreziosita e resa ancora più misteriosa dalla presenza di piccole scritte calligrafiche.

Mirko Baricchi è un artista nato a La Spezia nel 1970. Dopo il diploma presso l’Istituto Palazzo Spinelli di Firenze lavora come grafico pubblicitario. Importante per la sua carriera di artista sarà un viaggio in Messico dove lavora come illustratore e scopre l’arte di Rufino Tamayo, che sarà per lui grande fonte di ispirazione. Dopo aver partecipato ad una collettiva al Museo Siqueiros torna in Italia e a Milano lavora nel settore pubblicitario e nell’editoria. Nel 1998 torna a La Spezia e decide di dedicarsi esclusivamente alla pittura.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440