Nina Ubaldi – Paesaggio marino

Nina Ubaldi – Paesaggio marino

Ubaldi Nina

Il genere della “Natura Morta” vede la luce agli inizi del XVII secolo. Consiste nella rappresentazione di composizioni di soggetti inanimati, nella maggior parte dei casi fiori o frutta. Se all’inizio della sua storia era un’occasione per i pittori per cimentarsi in una riproduzione naturalistica o fotografica della realtà, con l’arte contemporanea la “Natura Morta” […]

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 40x60

  • Codice prodotto: PCOL001

Visualizzazioni 836

DESCRIZIONE

Il genere della “Natura Morta” vede la luce agli inizi del XVII secolo. Consiste nella rappresentazione di composizioni di soggetti inanimati, nella maggior parte dei casi fiori o frutta. Se all’inizio della sua storia era un’occasione per i pittori per cimentarsi in una riproduzione naturalistica o fotografica della realtà, con l’arte contemporanea la “Natura Morta” diventa anche un modo di interpretare la realtà. Infatti, come accadrà per esempio nell’avanguardia cubista o in Giorgio Morandi, la ricerca profonda sugli oggetti verrà finalizzata ad una rappresentazione concettuale, portata oltre il semplice dato sensibile. Nel caso della presente opera l’artista propone il soggetto della natura morta con pesci, ovvero una composizione in cui, invece dei frutti, prevalgono elementi di fauna marina, spesso collocati in riva al mare. Un pittore famoso nell’esecuzione di questo tipo di soggetti fu, ad esempio, Filippo De Pisis.

Nell’esecuzione delle sue opere l’artista Nina Ubaldi dimostra di aver indirizzato la propria ricerca verso una rappresentazione della realtà trasfigurata nella dimensione sfuggevole del tempo e del ricordo. Per questo gli oggetti quasi perdono la loro consistenza fisica e il dato sensibile si riduce a poche tracce sbiadite. Tutto, sia i soggetti che lo spazio, è composto di una sostanza eterea ed inafferrabile, senza una vera e propria sostanza su una superficie bidimensionale. I soggetti sono costruiti da un incerto contorno che ne delinea le forme realizzato con un marcato tratto nero e bianco. All’interno la stessa sostanza delle cose si mescola con il paesaggio marino sullo sfondo, in un tutt’uno con lo spazio. Quest’ultimo, a sua volta, è ottenuto tramite leggere pennellate, quasi trasparente nell’essenza sfuggevole della realtà trasfigurata nel ricordo. Anche la gamma cromatica esprime un’idea di inconsistenza ed ineffabilità, impostata su una gamma di grigi.

L’artista Nina Ubaldi si distingue per uno stile pittorico che porta alle estreme conseguenze le prerogative dell’Impressionismo e del Post-Impressionismo. In uno stile pittorico veloce ed immediato l’artista supera definitivamente il dato sensibile per trasferire la rappresentazione dalla realtà nella dimensione dell’intelletto, della memoria e del ricordo. In questa sua ricerca Nina Ubaldi dimostra di aver fatta sua la lezione di un artista come Filippo De Pisis che si era mosso dagli stessi presupposti.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447