Pablo Picasso – Senza titolo

Pablo Picasso – Senza titolo

Picasso Pablo

  • Tecnica: Incisione su carta
  • Dimensione: 47,5x37
  • Anno: 1954

  • Tiratura: 5/50
  • Codice prodotto: RFER001

Visualizzazioni 69

DESCRIZIONE

Tratto da ” les cavaliers d’ombre”

L’estetica surrealista nasce intorno agli anni ’20 del XX secolo riguardando tutti i campi della ricerca artistica. Per quanto concerne un discorso legato più propriamente alle arti visive, il surrealismo si pone come volontà di indagare il subconscio umano e riversarlo sull’opera d’arte attraverso un procedimento di scrittura meccanica basato sull’analisi dei sogni. Di conseguenza le opere d’arte surrealiste propongono la rappresentazione di una dimensione onirica, completamente dissociata dalla realtà. Tuttavia, spesso, tale rappresentazione si appoggia ad una resa formale di tipo iperrealistico, proprio per accentuare, paradossalmente, il carattere illusorio e ambiguo della dimensione surreale. Nel caso specifico dell’opera in oggetto Pablo Picasso, nella sua personalità estremamente eclettica che lo porta a toccare le più diverse forme e stili nella propria produzione, concepisce un soggetto di chiara matrice surrealista ma lo fa alla sua maniera, adottando dei mezzi espressivi minimali ed attuando una sintesi estrema.

L’opera mostra la straordinaria qualità tecnica di Picasso e la sua peculiarità stilistica anche in una composizione grafica. I mezzi formali usati per delineare i soggetti sono pochissimi: una semplice linea nera, dall’andamento sinuoso su un foglio bianco. Nella concezione artistica del genio spagnolo è fondamentale la sintesi dei soggetti al fine di ricavarne la vera essenza, ovvero ciò che, al di là dei dati fenomenici, conosciamo o vogliamo conoscere sulla vera essenza di ciò che abbiamo di fronte. Per questo è fondamentale, per Picasso, il recupero della spontaneità dell’arte primitiva o del disegno infantile. Sono due atteggiamenti istintuali che, nella rappresentazione, vanno dritti alla vera essenza delle cose. È chiaro che nell’opera in oggetto, dato il tema surreale e fantastico, è la componente infantile e giocosa a prendere il sopravvento. È un ambito nel quale Picasso si trova perfettamente a suo agio riuscendo a far convivere, nella stessa creazione, espressionismo e, appunto, infantilismo. L’artista dimostra, con il suo genio, come anche la semplice linea possa avere una capacità espressiva considerevole se ci si pone con l’atteggiamento giusto e si guarda oltre la realtà sensibile con lo stesso sguardo, privo di sovrastrutture, che hanno i bambini. E così, con l’utilizzo di pochi tratti, Picasso ci racconta una storia che ha un suo svolgimento compiuto. Percepiamo il movimento, turbinoso e ascensionale, del protagonista, determinato nella sua missione magica e misteriosa nello spazio infinito e luminoso del cielo.

Pablo Picasso nato a Malaga nel 1881 e scomparso a Mougins nel 1973, è stato uno degli artisti più importanti in tutta la Storia dell’Arte mondiale. Dopo l’iniziale sperimentazione sul figurativo nei periodi “blu” e “rosa” insieme a Georges Braque fondò il Cubismo. Ricollegandosi alla ricerca di Cezanne, Picasso superò definitivamente il concetto di fenomeno nell’arte per arrivare a quello di noumeno, scomponendo il soggetto e raffigurandolo da diversi punti di vista. Fu un artista estremamente poliedrico e nella sua lunghissima carriera produsse un numero impressionante di opere.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440